Calabria, Programma Sviluppo Rurale. Trematerra a Bruxelles: “obiettivi primari modernità, rapidità e controllo qualità”

trematerra-micheleL’Assessore regionale all’Agricoltura, Foreste e Forestazione Michele Trematerra  - informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta – rende noto che si è tenuto a Bruxelles, presso gli uffici della Direzione Generale dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale, l’incontro annuale 2013 sul Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria riguardante il periodo di programmazione 2007-2013. All’incontro bilaterale con la Commissione Europea hanno preso parte i vertici del Dipartimento Agricoltura, l’Assessore Trematerra, il Dirigente Generale Giuseppe Zimbalatti e l’Autorità di Gestione del PSR Calabria Alessandro Zanfino, nonché i rappresentanti del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

L’incontro annuale costituisce un’importante occasione per fare il punto sullo stato di attuazione del Programma 2007/2013 e sulla fase di preparazione della programmazione successiva. Nel corso della riunione sono stati presentati i documenti relativi allo stato di attuazione, finanziaria e procedurale e all’esecuzione sul bilancio comunitario al 31/12/2013, con particolare attenzione al rischio di disimpegno N+2. Si è discusso, inoltre, dell’attuazione del grado di raggiungimento degli obiettivi di realizzazione e dei risultati relativi all’utilizzazione del Fondo di Garanzia.

Inoltre grande rilievo è stato riservato alla questione del tasso di errore del PSR Calabria che si attesta già sotto la soglia del 2%. L’incontro ha rappresentato un’opportunità per confrontarsi su future proposte di modifica del Piano di Sviluppo Rurale e sulla preparazione della programmazione 2014-2020. La Commissione Europea, infine, ha preso atto del Rapporto Annuale di Esecuzione 2012 del PSR Calabria 2007/2013, che descrive l’attuazione del Programma nell’anno 2012, dando evidenza dei principali obiettivi fisici e finanziari raggiunti. Si è detto soddisfatto l’Assessore Trematerra dell’incontro con la Commissione Europea, dal quale è emerso ancora una volta il positivo trend di crescita del settore agro-alimentare calabrese, perfettamente allineato con il resto d’Italia.

Il Dipartimento Agricoltura sta lavorando bene ed i risultati sono tangibili – ha affermato l’Assessore - sia per quanto riguarda gli obiettivi di spesa raggiunti nell’attuale programmazione che per la qualità della spesa. Il nostro lavoro, però, continua senza soste. Adotteremo procedure aggiuntive per limitare ulteriormente il tasso di errore e i relativi sistemi correttivi per impiegare al meglio il Fondo di Garanzia”. “Gli obiettivi primari saranno inoltre – ha concluso Trematerra – la modernità, la rapidità ed il controllo della qualità degli interventi promossi con il supporto dei fondi comunitari”.