Calabria, l’Assessore Fedele (Pdl): “Radicata la volontà di un soggetto politico unitario, andare oltre gli interessi personali”

imagesL’Assessore regionale Luigi Fedele interviene sul futuro del centrodestra:

“Spiace dover dare l’ennesima cocente delusione a chi ancora cerca di ricollocarsi in un posto utile al sole ma il progetto politico rilanciato dal Presidente Scopelliti, lungimirante ed innovativo, è credibile e segnerà la strada per il futuro del centro destra nazionale e della nostra regione. Ogni ipotesi di spaccatura o scissione – continua Fedele – non è nemmeno presa in considerazione per il semplice fatto che è assai radicata la volontà di dare seguito ad un soggetto politico unitario che si riconosce nella leadership nazionale di Berlusconi, in qualità di Presidente, e di Alfano come segretario. Chi soffia sul fuoco di percorsi alternativi o di rottura sa benissimo che questo tipo di scenario non trova corrispondenza nelle intenzioni e tantomeno nelle interlocuzioni che si stanno sviluppando in queste ore. In Calabria c’è chi si adopera con grande impegno per costruire un percorso a lungo termine che sia garanzia di crescita non solo per il centro-destra calabrese ma per dare concrete opportunità di sviluppo all’intero territorio, affermando con forza la centralità del mezzogiorno e della Calabria che può giocarsi, anche in questo contesto, un ruolo di grande risalto. Basti pensare che il tanto “vituperato” governo delle larghe intese vede nelle posizioni chiave dei Ministri del Pdl con cui efficacemente il Governatore ha avviato un dialogo per dare respiro a settori atavicamente in affanno come la sanità e i trasporti. Questi sono fatti concreti – continua Fedele – messi a patrimonio della collettività e non rispondono a logiche di mera propaganda o miope strategia politica. Coloro che negano i successi inanellati grazie alle scelte vincenti messe in campo dal presidente Scopelliti, sebbene abbiano sin qui fatto solo da spettatori nel panorama politico locale e nazionale mentre il proprio appeal con l’elettorato crollava inesorabilmente, forse potrebbero chiedersi cosa possono fare di concreto per il bene del partito e della regione. Potrebbero scegliere di dare un contributo, anche loro, ad un progetto politico “unitario” che ha tutte le carte per fare bene nel territorio e nel Paese. Noi crediamo in modo convinto che affrontare insieme le tante sfide che attendono il centro-destra, non solo alle urne, sia un concreto valore aggiunto. Non si tratta di un mero tornaconto elettorale ma di una visione se vogliamo più alta e più nobile del ruolo che siamo chiamati a giocare. Guardiamo oltre il nostro interesse personale – conclude l’Assessore Fedele – e spingiamo tutti nella direzione di una realtà unica che accolga tutte le anime moderate”.