Calabria, Caligiuri ha partecipato allo Smau di Milano alla tavola rotonda “Ricerca, start up, innovazione e impresa: le Regioni protagoniste”

CalabriaL’Assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri ha partecipato questa mattina a Milano, durante la cinquantesima edizione dello “Smau” (importante evento fieristico dedicato all’informatica e alle nuove tecnologie), alla tavola rotonda “Ricerca, start up, innovazione e impresa: le Regioni protagoniste”. Insieme a Caligiuri sono intervenuti – informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale – gli Assessori regionali Loredana Capone (Puglia), Guido Trombetti (Campania), Giancarlo Muzzarelli (Emilia-Romagna) e Mario Milazzini (Lombardia). Nel corso del suo intervento, Caligiuri ha sostenuto che “la Calabria sta facendo dei passi avanti significativi, visti i punti di partenza. La strategia regionale – ha spiegato ancora – si articola in tre punti: la creazione della rete regionale dell’innovazione attraverso “CalabriaInnova”, costituita da Area Science Park di Trieste e Fincalabra; l’individuazione dei poli tecnologici nelle aree strategiche di sviluppo economico e il sostegno alle start up e agli spin off aziendali. Inoltre, Fincalabra sta mettendo a punto un fondo istituzionale per entrare nel capitale sociale delle start up calabresi nella fase di produzione industriale. Tutto questo – ha concluso Caligiuri – sta consentendo alla Calabria di tentare di utilizzare in maniera produttiva e utile i fondi della ricerca”. Alla fine della manifestazione, Caligiuri ha incontrato l’Assessore Milazzini per realizzare un protocollo d’intesa tra Regione Lombardia e Calabria sull’innovazione e il trasferimento tecnologico. Con l’obiettivo, anche, se ci saranno le condizioni, di verificare la possibilità di avviare un’edizione di Smau Calabria, al fine di inserire la ricerca applicata regionale nel contesto globale e contemporaneamente attrarre in Calabria imprese innovative. Caligiuri, accompagnato dal Vicepresidente di Fincalabra Nuccio Idone, ha quindi visitato lo stand della Regione Calabria dove sono ospitate dodici start up di giovani laureati calabresi che stanno esponendo le proprie idee in una delle manifestazioni sull’innovazione più importanti d’Europa.