Barcellona Pg (Me): vietato l’utilizzo dei social network sul posto di lavoro per i dipendenti del Comune

facebook-at-workI social network hanno cambiato il nostro modo di vivere. In treno, in auto, a scuola, in centro, con gli amici, e a lavoro, i facebookiani si sbizzarriscono a postare, commentare, o semplicemente scorrere la home per scoprire l’ultimo pettegolezzo di turno.

Come detto, tutto ciò succede anche nei luoghi meno adatti, ovvero sul posto di lavoro e in tempi di crisi sarebbe meglio optare per una sana e vecchia chiacchierata con i colleghi piuttosto che farsi sorprendere a “smanettare” sullo smartphone, tablet, (o peggio ancora) sul pc dell’azienda.

Proprio per questo motivo a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, per i dipendenti del Municipio è stata trasmessa una circolare molto significativa. “E’ assolutamente vietato – si legge nel documento del provvedimento - l’utilizzo di facebook e qualunque social network durante l’orario e sul posto di lavoro”. Le ragioni sono presto dette: “trattasi di tempo impiegato in un’attivata extra-lavorativa durante l’orario di servizio e quindi sottratto alla prestazione, contrattualmente, dovuta al datore di lavoro, a nulla rilevandone l’utilizzo su propri dispositivi di qualunque natura. In caso di inosservanza verranno applicati seri provvedimenti disciplinari. Inoltre, ciascun impiegato è tenuto ad astenersi dalla diffusione di commenti negativi sul proprio datore di lavoro o di informazioni riservate inerenti l’attività aziendale”.

Insomma, tolleranza zero per i dipendenti comunali di Barcellona Pozzo di Gotto, che pensano di poter dare anche solo una sbirciatina alla propria home di facebook durante le ore lavorative.

Di Carmelo Amato e Danilo Marino.