Barcellona P.g: città dalle regole “ad personam” e negata ai disabili. Il mistero dei dissuasori abusivi in via Fiera Franca

Immagine 038A Barcellona Pozzo di Gotto, città dalle regole “ad personam”, ognuno si sente autorizzato a fare quello che vuole incurante dell’altrui bisogno. Elevata è la mancanza del senso civico e del rispetto per le persone meno fortunate.  Tutti i quartieri della città sono da bollino rosso, rampe, o quello che ne resta, da sempre occupate da auto in sosta. “Dalla mattina alla sera – racconta la mamma di un ragazzo con disabilità, le aree di marciapiede caratterizzata dalle rampe sono sempre occupate da auto parcheggiate e noi siamo costretti a fare gli slalom per scendere e per risalire da e sui marciapiedi“.  Inoltre, nei pressi di alcune rampe insistono anche le strisce pedonali e quindi le stesse auto non potrebbero sostare in alcun modo. “Invece, puntualmente ce le ritroviamo parcheggiate – prosegue il genitore – senza che i conducenti si rendano conto di quanto siano importanti quegli scivoli per il passaggio di carrozzini e sedie a rotelle e per quelle persone con problemi di deambulazione”. Altro eclatante scempio,  così come è possibile vedere dalla foto  (in alto a sinistra),  è quello dei dissuasori posti qualche anno fa in via Fiera Franca a Calderà, proprio all’ingresso di una piazzetta comunale, che risultano installati senza l’autorizzazione scritta necessaria da parte dell’Ente, dunque abusivi. Eppure, cosa che lascia veramente basiti, in bella mostra è possibile vedere il logo del Comune, davvero il colmo. Gli stessi, oltre ad impedire il parcheggio nei cinque posti disponibili all’interno della piazzetta, impedisce anche il regolare sali e scendi di persone dalle proprie auto.  Insomma, una pensata ed una decisione veramente strana ed assurda, che si spera adesso la Giunta Collica, che in questo caso specifico non ha nessuna colpa, possa porre rimedio. Forse a Barcellona Pozzo di Gotto serve una rivoluzione culturale, quello che l’Amministrazione potrebbe iniziare a dare rimuovendo i dissuasori abusivi. Sarebbe un  buon esempio per i cittadini.