Autobus di linea in fiamme alle porte di Mandatoriccio (Cs)

images

Autobus di linea in fiamme alle porte di Mandatoriccio centro. Sfiorata la tragedia e messa a serio rischio l’incolumità dei passeggeri. L’allarme del sindaco Donnici: «In che stato è la manutenzione dei mezzi utilizzati per il trasporto pubblico? Le autorità competenti intervengano subito con una indagine approfondita, a tutela degli utenti e della loro sicurezza».
Nella serata di lunedì 7 ottobre, intorno alle 21,10, un pullman di linea (modello Setra Gt 315) della ditta Fratelli Romano, proveniente da Cosenza e diretto a Campana, per un guasto meccanico ha preso fuoco mentre transitava lungo la Strada Provinciale 205 al km 12,500 in località Milo, nel territorio di Mandatoriccio. L’autobus, con a bordo alcuni passeggeri, è stato completamente avvolto dalle fiamme e si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco di Rossano e Crotone per domare l’incendio che, propagatosi rapidamente, ha assunto vaste dimensioni. Fortunatamente, rileva il sindaco di Mandatoriccio, avv. Angelo Donnici, il rogo non si è verificato nel centro abitato e non vi sono state gravi conseguenze per i passeggeri, ma quanto accaduto non può passare sotto silenzio. «Sono estremamente preoccupato – afferma il primo cittadino – perché la linea servita da quel pullman è frequentata da molti utenti e pendolari. Non solo. Pare che lo stesso mezzo venga utilizzato di mattina per il trasporto degli studenti tra Campana e Mandatoriccio. Ed è anche questo aspetto che mi spinge a sollevare la questione della sicurezza dei mezzi utilizzati per il trasporto pubblico: è inconcepibile come possa essersi verificato un episodio così grave che mette a rischio l’incolumità dei passeggeri». Nessun accanimento nei confronti della ditta in questione, ma solo la pretesa che il servizio venga svolto in condizioni di massima sicurezza. «Prendendo spunto da quanto accaduto – prosegue il sindaco avv. Angelo Donnici – denuncio la forte preoccupazione per lo stato in cui versa il trasporto pubblico dalle nostre parti. Dato che si tratta di un servizio che gli utenti pagano, così come d’altronde avviene in tutto il resto d’Italia, è assolutamente lecito chiedere alle autorità competenti di voler predisporre un’indagine accurata, per accertare l’accaduto e verificare lo stato della manutenzione di tutte le vetture utilizzate per il trasporto dei passeggeri delle linee provinciali nonché per il trasporto dei numerosi studenti che da Mandatoriccio e dagli altri centri limitrofi raggiungono i vari istituti scolastici del territorio, di Rossano in particolare. Per fortuna – rileva il primo cittadino – l’incendio, che a quanto pare sarebbe stato causato da un guasto meccanico e da una perdita di carburante, non è divampato nel centro abitato: il mezzo ha bruciato per ore e non oso immaginare cosa sarebbe potuto accadere a poca distanza dalle abitazioni».
Non è la prima volta che il sindaco Donnici lamenta la qualità del servizio di trasporto pubblico, soprattutto per quel che riguarda il collegamento tra Mandatoriccio e Rossano, in quanto «la ditta – afferma – non ha sempre assicurato il servizio con vetture efficienti e adeguate al costo che viene fatto pagare agli studenti». Da qui, in attesa che le forze di polizia svolgano tutti gli accertamenti del caso, l’accorata richiesta alle autorità amministrative competenti: «Chiedo che tutte le autorità competenti regionali e provinciali, con i propri assessorati al ramo, si attivino – conclude il sindaco avv. Angelo Donnici – per quanto è nei loro poteri, per verificare lo stato e la regolarità della manutenzione dei mezzi utilizzati per il trasporto pubblico, al fine di evitare che gravissimi episodi come quello della scorsa notte abbiano a ripetersi».