Antimafia, Brunetta: “Renzi vuole togliersi dai piedi la Bindi e mandarla a Reggio Calabria”

Renato BrunettaLe sciocchezze demagogiche di Renzi sono un maldestro tentativo populista di nascondere la gravita’ del gesto del Pd, che ha preferito la logica della poltrona per equilibri interni al principio della condivisione su un tema che invece avrebbe dovuto unire. Ma quello che colpisce ancor di piu’ e’ la proposta di Renzi che suggerisce alla Bindi di rinunciare all’indennita’ per la presidenza dell’Antimafia, di non assumere collaboratori e di aprire un ufficio a Reggio Calabria. In parole povere Renzi vuole che la Commissione, nata gia’ azzoppata, non abbia possibilita’ di funzionare, vuole togliersi dai piedi Rosy Bindi e mandarla a Reggio Calabria a combattere da sola e isolata la mafia e la ‘ndrangheta. Quasi quasi ci viene voglia di difendere la povera Bindi dalle bordate del suo compagno di partito, il perverso asfaltatore Renzi. Facciamo un appello anche al Pd: difendete la Bindi, aiutate l’abbandonata Bindi“. Lo dichiara Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl.