fbpx

Roghudi (RC): conclusa la festa in onore di Maria SS. Annunziata. Il 24 ottobre la visita dell’Arcivescovo Fiorini Morosini

01Con la processione, per le vie  del  paese, si è conclusa  la festa in  onore di Maria SS. Annunziata.  Festa che era iniziata con il   pellegrinaggio a Ghorio di   Roghudi  il 15 settembre e che ha visto la   partecipazione di tantissima gente.  Momento clou la messa solenne con la  partecipazione di tutti i portatori. Don Giovanni  nel “spezzare” la Parola di Dio ha fatto riferimento a come Gesù  ci insegni a fare uso delle ricchezze. Chi è schiavo della ricchezza  non può essere fedele ai suoi doveri cristiani. Della ricchezza bisogna disporre con saggezza e generoso distacco.
02Inoltre, facendo  riferimento alle parole di Giovanni Paolo II  e di Papa Francesco ha  invitato la comunità di  Roghudi a  non avere paura ad aprire le porte a Cristo. << Lasciatevi guidare da lui – spiega Don Giovanni – e siate testimoni della Speranza. Non abbiate paura, uscite dai “balconi”  portate agli altri la salvezza>>.  Nel pomeriggio al via la processione, accompagnata da vari momenti di preghiera e dalla banda musicale di Archi. Durante la  processione l’effigie della Madonna  ha fatto sosta da alcuni ammalati. La sera grande festa con il concerto di Piero Giulivo e la sua Mediterranea Band che, con la sua possente voce e con un repertorio che ha abbracciato le più belle canzoni napoletane, ha conquistato tutto il pubblico presente. Sul palco, anche, la straordinaria voce di due giovani artisti calabresi Fabiana Marcianò e Gianmatteo Corona. Il tutto presentato egregiamente dalla giornalista Alessandra Giulivo. A seguire i giochi pirotecnici a cura della ditta D’Amico hanno concluso la festa.