Reggio: NAS sequestrano supermercato, gli alimenti erano conservati in modo irregolare

carabinieri nasProseguono senza sosta le operazioni del Nucleo Antisofisticazioni dei Carabinieri di Napoli per il controllo dei punti vendita del Sud Italia la cui competenza riguarda ben 15 nuclei.

Durante le operazione di controllo sulla salubrità e la provenienza dei prodotti alimentari i Nas hanno ispezionato oltre 1300 attività commerciali e punti vendita riscontrando alcune irregolarità sulla conservazione degli alimenti esposti.

In particolare in Calabria, nella Provincia di Reggio Calabria, un supermercato è stato posto sotto sequestro per le violazioni alla normativa igienico-sanitaria.

Durante i controlli è emerso la presenza di muffe e ruggine all’interno di due celle frigo (preventivamente sequestrate) e degli scaffali.

Inoltre è stata scoperta, e sequestrata, circa una tonnellata di generi alimentari scaduti da almeno 3-5 anni a cui era stata cacciata l’etichetta, in alcuni casi anche maldestramente, o era stata contraffatta.

Gli alimenti erano evidentemente adulterati dalla presenza di muffe e liquidi maleodoranti.

Unitamente al personale del Sian della Asp di Reggio Calabria, i Carabinieri dopo aver accertato lo stato di gravi carenze igienico sanitarie e strutturali di tutti i locali hanno provveduto alla chiusura dell’esercizio commerciale e alla denuncia del proprietario.