Reggio: grande inizio stamattina alla libreria Culture del progetto “ErgoSud”

libreria culture reggio calabriaHa preso il via “ErgoSud”. Una partenza forte quella della tre giorni che alla libreria “Culture” in queste ore intitolate “Futuro prossimo” sta mettendo al centro la passione, l’impegno, le competenze, le idee, la progettualità e l’azione di giovani meridionali per costruire un futuro della propria terra che sia migliore. In mattinata, infatti, ai soci ed ai nuovi aderenti, è stata presentata l’anima di “ErgoSud”, cioè il laboratorio“Pensando Meridiano”, già attivo da 100 giorni in un pensiero ed un agire meridiano portato avanti organizzando una rete di fiducia, competenze, idee e realizzazioni che vogliono cancellare il disfattismo e riaccendere concretamente la speranza. “Pensando meridiano”, composto da giovani fra i 18 e i 35 anni, dunque, vuole ripensare il Sud, guardando a cultura, valorizzazione sociale ed impresa sociale. Ma vuole farlo partendo proprio dai giovani che devono sempre più formarsi per pesare culturalmente e mettersi al centro della scena delle dinamiche politiche, sociali, economiche e culturali del Meridione. Prese di coscienza, dalle voci di Giuseppe Mangano, Valentina Palco, Danilo Emo, Alessia Palermiti, Lucia Barcella, secondo le quali «sentire il Sud è un sentimento. Ed è “riguardare” i luoghi e avere “riguardo” di questi luoghi smarriti. E, quindi, chi rimane deve mettere insieme idee ed energie per azioni concrete sul territorio». “Pensando meridiano”, innanzitutto, vuole ribaltare numeri come l’1,4% di persone socialmente attive al Sud su 19 milioni di popolazione, quindi a produrre e riprodurre il capitale umano che lavora, innova, produce e condivide sul territorio con la comunità. “Pensando meridiano”, dunque, vuole fare cultura e valorizzazione del territorio, ma anche creare occasioni di occupazione e sviluppo socio-economico. Temi, questi, affrontati nella mattinata. E che lanciano l’idea di condivisione e co-working, come quello di riqualificazione architettonico-urbanistica ecosostenibile “Windrecycle” illustrato dai progettisti Fortunato Tripodi, Francesco Zangara, Andrea Franco e Giuseppe Ristagno, da presentare nello spazio aperto alle altre associazioni da mettere in “rete meridiana” per poi continuare alle ore 17 con la conferenza “ErgoSud”. Sono oltre 80 i giovani che hanno aderito alle tre giornate, gli eventi pubblici vedranno cittadini ed interessati presenti nelle prossime ore. Ad “ErgoSud”, il laboratorio aderisce anche alla campagna nazionale contro il femminicidio “un posto occupato” promossa dal “Se non ora quando” reggino.