fbpx

Reggina, Cocco: “Non temiamo nessuno”

CoccoPur senza trovare la via del gol, Andrea Cocco è stato protagonista di una prova eccellente contro la Juve Stabia, nel suo battesimo da titolare con la maglia amaranto. Gli applausi del Granillo hanno suggellato il successo della Reggina, rendendo merito alla prestazione che ognuno dei singoli impegnati ha messo a disposizione del gruppo. “I complimenti fanno piacere ma ciò che conta è il risultato – precisa il centravanti sardo – abbiamo fatto una bella prestazione, magari con un breve passaggio a vuoto immediatamente dopo il loro momentaneo vantaggio ma l’atteggiamento era quello giusto: volevamo ferocemente conquistare i tre punti e ce l abbiamo fatta”.

Decisivo nelle occasioni delle reti del pareggio e del sorpasso amaranto.“Sono entrato nelle azioni che hanno portato ai gol di Federico (Gerardi, ndr) ma non c’è nessun rammarico per non aver trovato il guizzo personale, l’importante è che qualcuno spinga la palla in rete. Il rimpianto, magari, è legato alla rete che mi è stata annullata nel primo tempo per un fallo quantomeno presunto, sarebbe stato bello dar seguito immediato al gol di Lanciano” .

Si respira ottimismo in casa amaranto. La squadra lavora in grande sintonia agli ordini di mister Atzori, vero leader di questo gruppo. “Posso garantire ci sia un clima ideale tra di noi ed in tutto l’ambiente che ci circonda. L’avvio di stagione è stato ottimo: il bilancio di tre vittorie e due pari in cinque gare ufficiali, del resto, parla chiaro. Abbiamo sbagliato la partita di Lanciano, è vero, ma partite così distanti dagli standard abituali di una squadra si verificano non più di un paio di volte in un anno: siamo ben diversi da quelli visti in Abruzzo e lo stiamo dimostrando. Stiamo crescendo, c’è fiducia, capiamo sempre di più cosa vuole il mister da noi e, personalmente, sento migliorare sensibilmente anche la condizione atletica”.

Antivigilia della trasferta siciliana al Provinciale di Trapani. “La squadra di Boscaglia è la sorpesa del campionato, fino ad ora. Una squadra importante, una società solida: i risultati sono frutto dell’operato di un Club che vuole imporsi anche tra i cadetti. In casa, poi, sono veramente tosti, sorretti da un pubblico calorosissimo e dalla mentalità vincente acquisita nel corso del campionato di Lega Pro che li ha visti imporsi. Dipenderà anche da noi, se avremo l’atteggiamento avuto con la Juve Stabia potremo fare molto bene, non dobbiamo temere nessuno”