fbpx

“Palermo 2019”, la Giunta comunale ha approvato il regolamento sulla modalità d’uso del marchio

comune palermoLa Giunta Comunale giovedì pomeriggio ha approvato l’atto di indirizzo sulla modalità d’uso del marchio collettivo “Palermo 2019”, che sta veicolando l’immagine di Palermo quale città candidata a Capitale Europea della Cultura 2019. L’atto di indirizzo nasce per tutelare l’uso del marchio figurativo stilando le modalità d’uso previste all’atto della registrazione e della deposizione che l’Area della Cultura ha effettuato presso la C.C.I.A.A. di Palermo – Servizi Brevetti e Marchi. Oltre a ribadire la titolarità del Comune di Palermo sul marchio “Palermo 2019”, l’atto di indirizzo approvato sancisce che questo potrà essere concesso per finalità promozionali, per tutte le iniziative proprie dell’Amministrazione Comunale o dalle stessa direttamente promosse, quali eventi locali, nazionali ed internazionali, partecipazione a fiere, spettacoli, incontri istituzionali nazionali ed esteri, conferenze stampa, convegni, convention, esposizioni, mostre, o anche per iniziative non direttamente promosse dall’Amministrazione, ma consone per finalità culturali e sociali a soggetti, quali Fondazioni, privati che operano nel settore culturale e sociali, società cooperative, istituzioni culturali, educative, scientifiche, sportive e sociali, enti pubblici e privati, organizzazione senza fine di lucro, istituzioni culturali cittadine che organizzano attività promozionali poste in essere congiuntamente al logo istituzionale del Comune di Palermo che diano un rilevante contributo alla conoscenza e alla valorizzazione del marchio “Palermo 2019” a livello nazionale o internazionale. Ottenuta, poi, l’autorizzazione all’uso del marchio “Palermo 2019”, i concessionari potranno apporlo sul proprio materiale istituzionale, commerciale e promozionale, rispettando quanto previsto nel “Piano di utilizzo”, non utilizzandolo, cioè, con modifiche parziali, ma sempre nella sua interezza sia da solo che abbinato ai marchi o ai loghi del beneficiario. E’ stato anche stabilito che l’utilizzo del marchio “Palermo 2019” deve intendersi sempre ed esclusivamente collegato all’iniziativa della candidatura di Palermo 2019 Capitale Europea della Cultura. Sarà cura degli uffici dell’Amministrazione controllare il rispetto degli accordi intrapresi.