fbpx

Messina: Servizi sociali, richiesta della presidente Barrile in merito ai bandi di gara

barrile emiliaLa presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile, in una nota inviata al sindaco, Renato Accorinti, all’assessore ai servizi sociali, Nino Mantineo, al dirigente del dipartimento servizi sociali, Giovanni Bruno, ha richiesto risposta scritta urgente, in base all’articolo 24, comma 11, del regolamento comunale, in merito a notizie relative ai bandi di gara. “Premesso che il Comune di Messina – Area Coordinamento Sociale e della Comunicazione Dipartimento Sociale, con Determinazioni Dirigenziali, – scrive Emilia Barrile – gestisce, tramite Cooperative Sociali, i seguenti servizi: “Assistenza Domiciliare Anziani”, asili nido comunali “L’Angolo del cucciolo”, “San Licandro” e Camaro, “Tre Centri di Aggregazione giovanile – Settore “A” –ubicati rispettivamente a: Villa Lina, Vill. Aldisio e Vill. Bordonaro”, “ Tre Centri di Aggregazione giovanile –Settore “B” –ubicati rispettivamente a: Vill. Santa Lucia sopra Contesse, Vill. CEP e Vill. Ponteschiavo”, “Due Centri di Aggregazione giovanile – Settore “C”- ubicati rispettivamente a: Vill. Gravitelli e Vill. Camaro”, “Assistenza e trasporto per i portatori di handicap nelle istituzioni scolastiche”, Casa di riposo per anziani “Casa Serena”, “Assistenza domiciliare alle famiglie dei portatori di Handicap”, “Trasporto per portatori di handicap ai centri occupazionali-riabilitativi”; che nel mese di Gennaio 2013 sono scaduti i servizi su menzionati, e sono stati prorogati di mese in mese; che nel mese di aprile 2013, nel tempo massimo di sette giorni dall’indizione all’aspletamento delle gare, sono stati appaltati i servizi di: “Assistenza Domiciliare Anziani”, “Tre Centri di Aggregazione giovanile – Settore “A” – ubicati rispettivamente a: Villa Lina, Vill. Aldisio e Vill. Bordonaro”, “ Tre Centri di Aggregazione giovanile –Settore “B” – ubicati rispettivamente a: Vill. Santa Lucia sopra Contesse, Vill. CEP e Vill. Ponteschiavo”, “Due Centri di Aggregazione giovanile – Settore “C”- ubicati rispettivamente a: Vill. Gravitelli e Vill. Camaro” ”, “Assistenza domiciliare alle famiglie dei portatori di Handicap”; che il servizio asili nido comunali “L’Angolo del cucciolo”, “San Licandro”e “Camaro”,il servizio di “Assistenza e trasporto per i portatori di handicap nelle istituzioni scolastiche”, il servizio di gestione della Casa di riposo per anziani “Casa Serena”, sono stati prorogati di mese in mese; che con Determina Dirigenziale N. 121 del 16.04.2013, Indizione gara d’appalto con procedura aperta per l’affidamento del servizio “Trasporto per portatori di handicap ai centri occupazionali – riabilitativi.”, per l’importo di €. 318.679,55, e la durata di mesi quattro; che con Determina Dirigenziale N. 122, del 16.04.2013, Indizione gara d’appalto con procedura aperta per l’affidamento del servizio di gestione di tre asili nido comunali “L’Angolo del cucciolo”, “San Licandro” e “Camaro” per l’importo di €. 376.896,17, e la durata di mesi quattro; che con Determina Dirigenziale N. 123, del 16.04.2013, Indizione gara d’appalto con procedura aperta per l’affidamento del servizio di “Assistenza Domiciliare Anziani”, per l’importo di €. 1.252.204, e la durata di mesi quattro; che con Determina Dirigenziale N. 124, del 16.04.2013, Indizione gara d’appalto con procedura aperta per l’affidamento del servizio di “Assistenza Domiciliare alle Famiglie dei portatori di Handicap”, per l’importo di €. 534.847,084, e la durata di mesi quattro; che sia la legge vigente che il bando ed il capitolato prevedono la possibilità di poter effettuare la proroga per una sola volta; che per l’indizione e l’espletamento delle gare anche per quattro mesi e comunque fino alla nuova programmazione necessiterebbe solo di sette giorni, come quelli precedentemente espletati, senza che ciò comporterebbe interruzione di servizi all’utente, e assicurerebbe la continuità occupazionale e il ripristino della legalità; si chiede di conoscere – sottolinea la presidente Barrile – la motivazione per la quale le gare d’appalto indette il 16.Aprile.2013, da parte del Dipartimento Sociale, e con impegno di spesa, da parte dell’Area Economico Finanziaria, del 04 Luglio 2013, non sono state espletate; la motivazione per la quale non vengono oggi espletate le gare considerando che ciò richiederebbe un tempo limitato ed eviterebbe interruzione di servizi e assicurerebbe continuità occupazionale.