fbpx

Messina, rischio raccolta rifiuti: termina la fase operativa dell’Ato3, ritardi nella costituzione delle Srr

EMERGENZA RIFIUTI: PROTESTA NEL NAPOLETANODi Graziella Maccarrone- Manca pochissimo e poi su disposizione della legge regionale dovrebbe smettere la fase operativa dell’Ato3 per dare spazio  alle Srr,  le società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti create dalla riforma degli Ato nel 2010 .

La Srr dovrebbe essere chiamata Messina Città metropolitana e coinvolge ben 48 comuni da Terme Vigliatore sino a Giardini Naxos, eppure la costituzione di queste società non è stata ancora completata e anche i rapporti con Messinambiente sarebbero privi di sostegni a norma di legge.

Qualche comune non è ancora in linea coi dettami indicati dalla Regione nonostante fosse previsto a fine luglio l’invio di un commissario, cosa per altro mai messa in atto. Intanto è prevista una convocazione alla Provincia per la costituzione delle “Srr Messina città metropolitana”, e Palazzo Zanca ha giò disposto un piano d’emergenza per far fronte alla raccolta dei rifiuti affidandola a Messinambiente e integrando 53 lavoratori dell’Ato3, i quali poi verrebbero assorbiti dalla Srr.

Nel frattempo il 30 settembre è alle porte e c’è il rischio che i rifiuti rimangano per strada, probabilmente niente di nuovo per i cittadini messinesi abituati a sopportare emergenze del genere.