fbpx

Messina, il prof. Galvagno nominato Presidente del Careci

unimeE’ stato nominato oggi dal  Senato Accademico e dal  Consiglio di Amministrazione il  Presidente del Careci ( Centro Attrazione Risorse Esterne e Creazione d’Impresa) il prof. Signorino Galvagno che succede al prof. Limosani attualmente Prorettore.

Laureatosi in Chimica Industriale presso l’ Università  di Catania nel 1973,  il prof. Galvagno, dal  novembre 1994 è  professore  ordinario di Chimica presso il corso di laurea in Ingegneria dei Materiali dell’ Università  di Messina. Dal novembre 2004 al settembre è stato Preside della  Facoltà  di Ingegneria . E’ stato inoltre responsabile di numerosi progetti di ricerca sia nazionali che europei.

La sua attività  di ricerca, svolta sia in laboratori di ricerca industriali che accademici, è prevalentemente indirizzata al settore della catalisi eterogenea ed in particolare ai sistemi a base di metalli nobili supportati su ossidi ad elevata area superficiale.

Il Careci amplia e coordina le attività  di promozione e supporti, oltre che per le risorse esterne, anche per la creazione d’impresa. Attraverso i settori Master, Job Placement e Industrial Laison Office eroga servizi per studenti, laureati, Dipartimenti e Centri di ricerca. La visione integrata dei servizi permette così la nascita di iniziative comuni finalizzate all’ attrazione delle risorse utili ad attuare la politica scientifica ed imprenditoriale dell’ Ateneo.

Tra gli altri provvedimenti, importanti novità  per le istanze di mantenimento in servizio per i professori di I fascia.

Partendo dalla normativa attuale che prevede l’ impegno di parte del turn over per il mantenimento in servizio dei professori di I fascia, penalizzante in termini di mancato rinnovamento del corpo docente dell’ Ateneo, gli organi collegiali hanno deliberato l’ adozione di una misura congiunturale e non strutturale: fino a quando l’ ammontare della quota del Fondo di Finanziamento Ordinario destinata all’ Università  di Messina diminuirà , le istanze non verranno accolte. Nel caso in cui la quota dovesse aumentare, verranno individuati criteri basati esclusivamente sul merito al fine di stabilire quali istanze accogliere.