fbpx

Messina, Gioveni (UDC): “recupero della vasta area militare dismessa di Bisconte”

Libero GioveniIl sottoscritto Libero Gioveni, nella qualità di consigliere comunale, con la presente intende significarVI quanto segue:

Il 15 maggio 2012 l’ex assessore all’Urbanistica Giuseppe Corvaja si presentò nel passato Consiglio Comunale illustrando una corposa delibera relativa alle linee guida del nuovo Piano Regolatore Generale che prevedeva, tra le altre cose, il recupero della cosiddetta “città negata”, ossia l’acquisizione di quelle importanti e vaste porzioni di territorio da sempre destinate ad altre finalità, come la zona falcata, le aree FS dismesse oppure le vaste aree militari in procinto di essere cedute del tutto dal Demanio Militare.

Fra queste ultime, la classica “parte del leone” la fece senz’altro l’immensa ex caserma del villaggio Bisconte che in quella delibera era stata destinata a possibile centro della Protezione Civile per realizzare alloggi di emergenza in caso di eventi calamitosi.

Atteso che lo scrivente anche in quell’occasione giudicò quanto mai stravagante la proposta perché tutti gli stabili presenti nell’area sono di fatto pericolanti e qualcuno anche inagibile, di contro non si può non evidenziare l’importanza di definire una volta per tutte la questione visto che già da circa 1 anno l’area militare di Bisconte è stata resa libera dal Ministero della Difesa e alla luce soprattutto dell’urgente necessità di recuperare nuove importanti fette di territorio in una città certamente al “collasso urbanistico”.

Probabilmente, già dopo che il Reparto Comando e Supporti Tattici “Aosta” ha rilasciato i locali del gruppo Caserme Bisconte all’11° Reparto Infrastrutture di Palermo, quest’ultimo Ente avrà già contattato l’Agenzia del Demanio per la cessione dell’area al demanio disponibile dello Stato che, quindi, potrà senz’altro essere assegnata a chi ne farà richiesta.

Pertanto, in virtù di quanto sopra esposto e considerato, altresì, che risultano numerose e pressanti anche le legittime richieste di cittadini e associazioni di recuperare le aree militari dismesse per un pieno riutilizzo e restituzione alla città, il sottoscritto consigliere comunale

I N T E R R O G A

le SS.LL. in indirizzo al fine di conoscere i reali intendimenti dell’amministrazione comunale sull’opportunità concreta e certamente “vitale” di appropriarsi di queste nuova e preziosa vasta area di Bisconte da destinare alle più disparate finalità.