Categoria: CALABRIANEWSREGGIO CALABRIA

Il benvenuto del Rotary Club Reggio Calabria a Monsignor Giuseppe Fiorini Morosini

«La nostra comunità ha vissuto con grande partecipazione spirituale l’inizio del nuovo percorso pastorale della Chiesa reggina. L’arrivo di monsignor Giuseppe Fiorini Morisini, nuovo Arcivescovo di Reggio Calabria – Bova, rappresenta per tutti noi un evento di rilevanza storica e, al tempo stesso, un momento denso di speranza. Un sentimento che dovrà accompagnarci, come è già avvenuto durante l’episcopato di monsignor Vittorio Mondello, per affrontare le difficoltà che segnano profondamente il nostro territorio, alle prese con un diffuso disagio sociale e una crescente sfiducia dei cittadini verso le istituzioni».
Il Rotary Club Reggio Calabria, attraverso il suo presidente Antonino Gatto, rivolge così il proprio benvenuto al nuovo pastore della Chiesa reggina.
«Il nostro club – prosegue il massimo rappresentante dell’associazione –, da sempre impegnato nello svolgimento di azioni umanitarie e interventi in campo sociale, esprime il proprio compiacimento per l’insediamento di monsignor Fiorini Morisini. Una figura, quella del nuovo presule dell’Arcidiocesi di Reggio – Bova, che negli anni in cui ha operato nella Locride ha dimostrato come un intenso e coinvolgente cammino di fede possa acquisire anche la forma e i contenuti di un impegno civile fondato sul riscatto sociale e sulla lotta alle ingiustizie, all’illegalità e all’emarginazione. Su questi stessi terreni a Reggio Calabria – prosegue il presidente del Rotary Club – si è dipanato il ministero episcopale di monsignor Vittorio Mondello a cui va il nostro più sincero ringraziamento per la rigorosa e proficua testimonianza di fede con cui ci ha accompagnati per oltre vent’anni. Da questa illuminata eredità è ripartito il suo successore, proprio nella settimana che ci condurrà verso l’importante momento di raccoglimento collettivo intorno alla sacra Effigie della Madonna della Consolazione. Siamo certi – conclude Gatto – che il cammino pastorale che la Chiesa reggina e la comunità dei fedeli si apprestano a intraprendere sotto la solida guida di monsignor Fiorini Morosini porterà con sé quel segnale di iniziativa e di conciliazione di cui la nostra terra ha estremo bisogno».