fbpx

Federica Dieni (M5S) contro la “casta” del Consiglio Regionale della Calabria: “non vogliono toccare i loro privilegi”

dieniIl voto contrario all’indizione del referendum per l’abolizione dei vitalizi non mi sorpende affatto– spiega tramite una nota la deputata reggina Federica DieniCosa altro ci si poteva aspettare dai consiglieri regionali coinvolti nello scandalo “rimborsopoli”? In tutti quei casi in cui si vogliono toccare i privilegi della “casta”, tutti i partiti si dimostrano allo stesso modo interessati a mantenere lo status quo. Noi del Movimento, al contrario, vogliamo eliminare gli sprechi, soprattutto in un periodo in cui vengono chiesti sacrifici alle famiglie ed ai cittadini e non vengono assicurati i servizi essenziali, quali quello alla salute ed il diritto alla mobilità, poichè purtroppo sono stati soppressi numerosi treni regionali e non vengono pagati gli stipendi ai dipendenti Atam“.

Le parlamentari calabresi Dieni e Nesci hanno presentato in questi giorni una interrogazione che chiede al Ministro della salute Lorenzin, “quali iniziative di competenza il Governo intenda assumere per arginare l’«emergenza sanità» a Reggio Calabria e se il Governo intenda promuovere, sostenere e incentivare, in concorso con la regione Calabria e con gli enti locali competenti, un percorso contestuale di risoluzione dell’emergenza e di programmazione, progettazione e realizzazione di un sistema sanitario efficace ed efficiente in modo tale da consentire ai cittadini calabresi di godere di un diritto fondamentale affermato dalla Costituzione ovvero il diritto alla salute“.