fbpx

Cosenza, “Trasumanze Sila Festival”: sabato 14 settembre l’evento conclusivo

trasumanze Un festival durato oltre un mese, più di 120 appuntamenti che hanno raccolto migliaia di visitatori giunti da ogni luogo sull’Altopiano silano: tutto questo è stato Transumanze Silafestival, la kermesse ideata dalla Provincia di Cosenza per promuovere il nostro territorio. Enogastronomia, musica, sport e cultura sono i settori coinvolti nell’imponente progetto che ruota interamente attorno alle bellezze naturali e paesaggistiche della Sila. Scopo centrale dell’Amministrazione Provinciale è attrarre turisti nell’incontaminata natura cosentina, caratterizzata da distese verdi, laghi e aria pura. Lungo le strade della transumanza dei bovini di razza podolica si sono svolti gli eventi sportivi e in riva ai laghi l’ancestrale legame tra uomo e animale si è espresso nell’antica arte della danza. Suggestioni fotografiche, concerti e incontri culturali hanno segnato gran parte dei weekend di questa estate ormai giunta alla fine. Un avventura lunga che si conclude con i commenti positivi del pubblico, l’apprezzamento per il lavoro svolto e il favore dei commercianti, albergatori e produttori agricoli dell’Altopiano. Un’ondata di entusiasmo che travolge lo staff diretto dall’Assessorato allo Sport, Turismo e Spettacolo della Provincia di Cosenza che ha già voglia di rimettersi a lavoro per programmare la quinta edizione del Silafestival.

A chiudere la quarta edizione di Transumanze il convegno del 14 settembre al Cupone, dedicato all’Enoteca della Provincia di Cosenza. Un evento che farà da trait d’union con le attività di promozione del territorio promosse dall’Ente, posto in essere dal Presidente della Provincia On. Mario Oliverio affiancato dall’Assessore al Turismo Sport e Spettacolo Pietro Lecce. L’Enoteca accoglierà tutte le aziende vitivinicole della Calabria e rappresenterà un punto di collegamento tra le eccellenze del territorio. Leitmotiv del progetto è la consapevolezza che il buon vino è elemento peculiare per promuovere lo sviluppo di interi comprensori. La struttura ricavata nei sotterranei del prestigioso Palazzo della Provincia, in quella che un tempo fu la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, si occuperà in modo allargato di questa preziosa risorsa, dal momento che l’Enoteca sarà uno strumento offerto dall’Ente a tutti gli imprenditori dell’agroalimentare e del turismo.

Delle prospettive di raccordo tra i settori, enologico, agroalimentare e turismo si parlerà sabato 14 Settembre alle 17,00 al Cupone, con Gennaro Convertini rappresentante A.I.S, Silvio Greco Responsabile Nazionale Ambiente per Slow Food e il Presidente della Provincia On. Oliverio, da sempre energico sostenitore delle potenzialità della sua terra.