fbpx

Cosenza, primo giorno fra i banchi: visita del sindaco Mario Occhiuto alla scuola dello Spirito Santo

imagesLa formazione immateriale delle persone passa, necessariamente, dalle strutture materiali in cui essa si svolge. Per questo motivo, nell’attenzione particolare che l’Amministrazione comunale rivolge alla qualità della vita, non può mancare la sensibilità verso i luoghi in cui si tramanda il sapere.
Il sindaco Mario Occhiuto, questa mattina, all’avvio del nuovo anno scolastico, ha tenuto a sottolineare proprio questo aspetto durante la sua canonica visita istituzionale del fatidico “primo giorno” che coinvolge le famiglie con gli studenti, il personale docente e il personale non docente.
Se nel 2012 era toccato alla scuola media “Nicola Misasi” di via Negroni, in questo piovoso 16 settembre 2013, la scelta del Sindaco per augurare l’in bocca al lupo è caduta sull’istituto comprensivo della zona dello Spirito Santo, a sud di Cosenza, nel cuore del centro storico.
“Si tratta di un quartiere al quale sono particolarmente legato – ha affermato Occhiuto – perché mi riporta all’infanzia. Ho trovato una scuola ben messa, ristrutturata di recente con delle aule confortevoli. Come sempre, è per me una bella esperienza visitare i banchi, perché qui si respira forte la convinzione che un futuro migliore è possibile”.
Il sindaco Mario Occhiuto si è intrattenuto con i dirigenti, gli insegnanti e il personale amministrativo esponendo la grande opera di riqualificazione degli spazi destinati alla conoscenza. Opera che, ha specificato, sarà completata entro il termine del mandato.
“Vi faccio il mio augurio personale – ha ancora affermato Occhiuto rivolgendosi a piccoli e adulti – affinché i prossimi mesi siano sereni e ricchi di soddisfazioni per tutti voi. Il Comune ha molto a cuore le tematiche che riguardano il futuro delle giovani generazioni che domani vivranno nella nostra città, ovvero in una Cosenza che abbiamo intenzione di lasciare più accogliente e più sostenibile”.
A tal riguardo, come già annunciato in precedenza, alcuni lavori relativi alla massiccia ristrutturazione degli edifici comunali sono stati ultimati, mentre altri sono in corso di esecuzione e verranno conclusi in questi anni.
“Alla fine del nostro governo – ha concluso Occhiuto nell’istituto dello Spirito Santo – daremo modo a tutti i ragazzi di vivere in luoghi più sicuri e dignitosi e molto più adatti allo scambio culturale e sociale fra loro e i docenti”.

Sempre questa mattina, poi, a margine della visita allo Spirito Santo, nel passare a salutare i bambini del Convitto nazionale Bernardino Telesio, il sindaco Mario Occhiuto è stato invitato sul momento dal dirigente Antonio Iaconianni a fare una tappa nell’auditorium del liceo classico per un incontro improvvisato con i ragazzi adolescenti. Il primo cittadino è stato ben lieto di accettare, soffermandosi a dialogare con gli studenti sui valori della solidarietà e dell’amicizia, nonché sull’importanza del sostegno di cui necessitano gli uni con gli altri durante il loro percorso di formazione.