Categoria: CALABRIACOSENZANEWS

Cosenza, incendiata l’auto dell’ingegnere capo del comune, Carlo Pecoraro. La solidarietà del sindaco Occhiuto

Nella notte tra il 19 e il 20 settembre ignoti hanno appiccato il fuoco all’auto di Carlo Pecoraro, ingegnere capo del Comune di Cosenza. L’incendio doloso sarebbe divampato intorno alle 2. La vettura si trovava nei pressi dell’abitazione dell’ingegnere. L’allarme è stato dato da alcuni passanti che hanno notato il rogo espandersi in uno dei parcheggi di viale Mancini. E’ il secondo gesto intimidatorio che Pecoraro subisce nell’arco di una sola settimana e in molti attribuiscono tali avvenimenti alla grande opera di restyling architettonico che sta investendo la città di Cosenza. Tanti i messaggi di solidarietà rivolti all’ingegnere.

“Mi spiace per Carlo e sono vicino a lui e alla sua famiglia. Subire tali azioni criminose è una violenza psicologica che, unita al danno materiale, ferisce al pari di un’aggressione fisica”.
Il sindaco Mario Occhiuto, che già ieri appena appreso dell’accaduto aveva espresso in privato il suo personale sostegno morale, tiene a manifestare anche pubblicamente solidarietà, a nome suo e della Giunta, a Carlo Pecoraro.
Vorrà dire che terremo ancora più alta la guardia – aggiunge Occhiuto – ma siamo certi che chi indaga riuscirà ad arrivare all’autore o agli autori di questo gesto delinquenziale. Da parte nostra, non consentiremo a chicchessia di attentare all’impegno quotidiano dell’Amministrazione per la città, continuando nell’incisiva attività di cambiamento anche grazie a professionisti come Carlo Pecoraro che lavorano in maniera eccellente e integerrima”.

Esprimiamo ferma condanna e forte preoccupazione per l’attentato ai danni del dirigente del comune di Cosenza, Carlo Pecoraro”. Lo si legge in una nota di ‘Buongiorno Cosenza’. ”Non azzardiamo ipotesi sull’origine del gesto criminale, tuttavia – continua la nota – e’ forte la sensazione che esso sia in qualche misura in relazione con il ruolo in comune dell’ing. Pecoraro. Per questo motivo chiediamo alle forze dell’ordine ed alla magistratura di mantenere alta l’attenzione sulle attivita’ dell’ente e di accertare se in esse si possano ritrovare le cause di questo esecrabile episodio delittuoso”.”Noi” di Buongiorno Cosenza, ”senza se e senza ma, continueremo ad essere vigili e dalla parte di chi opera per il bene della nostra collettivita”’.

Il Consigliere regionale della Calabria Mario Maiolo (Pd) sollecita ”l’amministrazione comunale di Cosenza a prendere posizione netta sul tema legalita’, in seguito al grave atto di intimidazione subi’to dal dirigente comunale, Carlo Pecoraro”.

L’atto di intimazione nei confronti dell’Ing. Pecoraro – afferma Maiolo al quale va la mia piu’ profonda solidarieta’, non puo’ e non deve essere sottovalutato. In un momento molto delicato, per le numerose attivita’ di lavori pubblici in citta’, un tale atto non puo’ che destare allarme sulla tenuta della legalita’. Sul tema della legalita’ la politica – conclude Maiolo – deve mandare un messaggio di unita’ ed essere determinata nel fornire una risposta forte e decisa tesa ad innalzare maggiormente l’argine a difesa delle attivita’ pubbliche in merito all’infiltrazione della criminalita’ nelle stesse”.