fbpx

Casabona (Kr), maltrattava moglie e figlie. Marziale “Non ci sono parole”

images “Davanti agli accadimenti di Casabona non ci sono parole tali da racchiudere la rabbia e lo sdegno. Un uomo che frusta la figlia con la cinghia ed e’ avvezzo a maltrattare moglie e figli ha davanti a se soltanto il diritto di entrar in carcere e rimanerci quanto piu’ a lungo possibile. Il resto e’ solo retorica”: e’ il secco commento del sociologo Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti di Minori.