fbpx

Universita’ Palermo, contro la crisi agevolazioni per meritevoli e ‘sconto famiglia’

images L’Universita’ di Palermo porge una mano alle famiglie in tempo di crisi ed istituisce per la prima volta una serie di agevolazioni per gli studenti meritevoli e meno abbienti. Allo stesso tempo impone una contribuzione aggiuntiva per i fuori corso, categoria di studenti che pesa sul bilancio dell’Ateneo visto che il fondo di finanziamento ordinario delle Universita’ non stanzia alcuna risorsa per i ”ritardatari”. ”In un territorio come la Sicilia, dove le difficolta’ economiche si fanno sentire pesantemente – dice il rettore dell’Ateneo, Roberto Lagalla – ribadiamo il ruolo cruciale che l’Universita’ deve avere nella formazione dei ragazzi e come presidio di legalita’ e di sviluppo. Per questo abbiamo deciso di venire incontro alle esigenze delle famiglie nella logica della meritocrazia e dell’efficienza”. Prima mossa per aiutare le famiglie, il varo di un finanziamento a tasso zero per gli studenti che intendono immatricolarsi o anche iscriversi agli anni successivo al primo. Un’iniziativa, unica in Italia, promossa dall’istituto bancario Credem, che concedera’ 1.500 euro per il pagamento delle tasse universitarie da restituire in 12 mesi a interessi zero. Agevolazioni anche per i meritevoli: per gli studenti che si immatricolano a un corso di laurea o di laurea magistrale a ciclo unico e hanno un voto di diploma compreso tra 95 e 99 e’ prevista la restituzione del contributo di partecipazione al test di ingresso.