Transumanze Sila Festival: grande successo per l’Officina degli scrittori

Tansumanze SilaFestivalParticolarmente seguito e gradito dal pubblico è stato l’appuntamento con la cultura inserito all’interno di Transumanze Sila Festival che dedica spazio alla lentezza con SLOW FESTIVAL.

“L’Officina degli Scrittori, Scuola del Racconto di Viaggio”, conclusasi oggi pomeriggio, è dedicato a coloro i quali amano confrontarsi e approfondire le diverse attività espressive, quali la fotografia, la scrittura, il carnet di viaggio e il video: intese non solo come forme artistiche, ma anche come mezzi per incentivare la promozione del territorio.

Quest’anno, in particolare, i lavori sono stati finalizzati alla realizzazione del progetto “Il cammino di Gioacchino da Fiore” con la partecipazione di alcuni componenti della Scuola del Viaggio di Milano, che hanno affiancato i tanti partecipanti lungo un percorso esperienziale, attraverso i principali luoghi che hanno segnato la vita e le opere dell’abate.

Oggi pomeriggio, giornata conclusiva dell’evento, il prof. Succurro del centro studi gioachimiti ha tenuto una lezione molto interessante ai convenuti, illustrando loro i disegni di Gioacchino e spiegando la visione complessiva dell’abate florense.

Alcuni di questi disegni sono serviti a Gioacchino da Fiore per spiegare la sua visione del tempo a personaggi importanti, come Riccardo Cuor di Leone; Gioacchino, da sempre contrario all’uso della violenza, cercò di dissuadere il re inglese dall’intraprendere la Terza Crociata.

I disegni originali purtroppo non sono a San Giovanni in Fiore, ma sparsi per l’Europa.  Dopo l’interessante lezione i partecipanti hanno visitato la chiesa e si sono recati a Jure Vetere, dove si possono ammirare le fondamenta dell’insediamento monastico dei primi florensi. Un luogo di pace racchiuso tra le montagne, dove il silenzio è rotto dalla natura incontaminata e dal rumore delle acque del fiume Arvo.

Lo Slow Festival continua Venerdì 30 agosto a Lorica GRAN FESTA NAZIONALE DEI FORMAGGI – aspettando Cheese di slow Food. Tavola Rotonda su Allevamento Ovi – Caprino Produzioni Casearie e le loro peculiarità alimentari e Nutrizionali. Modera Antonio Blandi Slow Food Calabria; partecipano Mauro D’Acri Pres. Associazione reg. Allevatori, Mario Reda Pres. Ass. Prov. Dottori in Scienze Agrarie Vincenzo Sauro tecnico Ara – esperto ASSO.NA.PA Pietro Tarasi Pres. Coldiretti della Prov. di Cosenza INTERVENTI degli Allevatori di razze ovi-caprine. Alle 19,30 degustazione di formaggi ovi – caprini.

Il 31 Agosto a Lorica ore 10 LABORAPP – verso gli stati generali delle comunità appenniniche: meeting dei delegati Slow Food di Liguria, Toscana, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Lazio, Campania, Abruzzo, Calabria. Alle 16 verso gli Stati generali delle Comunità Appenniniche, istituzioni, enti locali, università, associazioni di categoria, ordini professionali, associazioni ambientaliste, culturali e sociali si incontrano per elaborare un manifesto per preservare e valorizzare il patrimonio delle comunità appenniniche e delle zone interne. Ore 19,30 Gran Festa Nazionale Dei Formaggi Simposio del gusto con formaggi ovi-caprini e vaccini dell’Appennino accompagnati da fette di pane e vino Calabrese guidati da Mario Reda Assaggiatore ONAF. In serata “U MUNNU SONA U MUNNU BALLA”, danze e musica popolare mediterranea Tarantella – Taranta – Tamurriata.