Sindaci siciliani, vacanze off-limits: da Orlando a Bianco tutti in citta’ tutti al lavoro con poche eccezioni

imagesVacanze off limits per la gran parte dei sindaci siciliani. Sara’ un ferragosto quasi interamente dedicato al lavoro per gli amministratori isolani che di fronte alle tante, troppe emergenze che affliggono le nove citta’ regionali, non potranno se non per qualche piccola ‘boccata d’ossigeno’ in fatto di relax, allontanarsi dai rispettivi uffici di riferimento. A confermarlo all’Adnkronos sono proprio i primi cittadini delle piu’ importanti citta’ dell’Isola. Partendo cosi’ da Palermo, dallo staff del sindaco Leoluca Orlando, fanno sapere che l’ex portavoce dell’Idv “restera’ rigorosamente in citta’. La giunta comunale potrebbe essere chiamata a riunirsi in ogni momento in questo mese di agosto poiche’ il lavoro da fare e le questioni da risolvere non mancano di certo”. Nell’altra grande citta’ dell’Isola, Catania, il neo sindaco Enzo Bianco annuncia che non lascera’ il capoluogo etneo.”Saro’ felice -dice- di rimanere in citta’ anche perche’ per la decima da sindaco assistero’ alla festa estiva della nostra Patrona, Sant’Agata. Inoltre – continua Bianco – proprio nei giorni del ferragosto e’ previsto l’abbattimento del ponte ‘Gioieni’ per ragioni di rischio sismico e lo faremo in quel periodo per limitare al massimo gli effetti negativi del traffico veicolare. Insieme all’assessore Bosco saremo li’ a vigilare per il corretto svolgimento dell’operazione assai importante anche dal punto di vista ingegneristico. In questi giorni si e’ anche insediato il Consiglio comunale e c’e’ molto da lavorare sulle commisioni. Dopodiche’ -prosegue il sindaco di Catania- mi concedero’ qualche giorno di vacanza in montagna o in Irlanda con mia figlia con la quale faremo molte passeggiate naturalistiche”.Andando a Messina, per Renato Accorinti, il sindaco ‘scalzo’ che ha ‘sbaragliato’ i partiti tradizionali con ‘Cambiamo Messina dal basso’, non ci sara’ un solo giorno di pausa dall’attivita’ istituzionale. Lo aspetta infatti un tour agostano di sopralluoghi nelle scuole cittadine per portare avanti uno dei cavalli di battaglia del suo programma: ”l’autogestione dei beni comuni che prevede -afferma- anche la conversione pomeridiana degli edifici scolastici in centri culturali con biblioteche aperte”. ”Mapperemo tutti gli immobili sfitti e i terreni di proprieta’ comunale per metterli finalmente a servizio dei cittadini. Fare il sindaco non e’ un sacrificio – spiega Accorinti – e’ un regalo. Nella mia vita – conclude il professore pacifista – non ho mai smesso di impegnarmi per la mia citta’, figuriamoci se perdero’ anche un solo giorno adesso”. Il primo cittadino di Siracusa, il 36enne ‘renziano’ Giancarlo Garozzo conferma di non aver ”pianificato ferie. I tre giorni a cavallo con il ferragosto li passero’ nella villetta al Plemmirio. Diciamo pure -ammette all’Adnkronos- che le mille emergenze non mi permettono di assentarmi per lunghi periodi”.Vacanze, probabilmente, con il ‘binocolo’, infine, anche per il Governatore Rosario Crocetta alle prese anche nel mese estivo per eccellenza con le varie questioni aperte ed urgenti che investono la Sicilia. Non e’ escluso pero’ che l’ex sindaco di Gela possa ritagliarsi, dai tanti impegni a cui deve far fronte, qualche breve momento di pausa nello splendido scenario di Tusa, nel messinese, dall’amico Antonio Presti.