Sicilia, Vinciullo: “Oltre 370mila pratiche di sanatoria inevase nei comuni”

images“Piu’ di 370mila pratiche di sanatoria relative alle tre leggi di condono 47/85, 24/94 e 326/03 giacciono, ancora inevase, nei cassetti dei Comuni siciliani. Considerando che, mediamente, una pratica di sanatoria edilizia e’ valutabile in circa 2mila euro, ci sono, quindi, piu’ di 750 milioni pronti per essere raccolti dalle casse comunali”. Lo ha rilevato, attraverso un atto ispettivo, il vice presidente vicario della commissione ‘Bilancio e Programmazione’ dell’Assemblea regionale siciliana, Vincenzo Vinciullo (Pdl). ”La media di smaltimento delle pratiche di sanatoria non supera il 2% all’anno e, con questi ritmi di lavoro, occorreranno piu’ due decenni per definirle tutte” ha aggiunto il parlamentare che ha chiesto al Governo della Regione, di “adottare provvedimenti sanzionatori, per costringere i Comuni a chiudere, nel piu’ breve tempo possibile, tutte le pratiche di sanatoria ancora aperte, in modo da impedire il perpetuarsi di sospetti sui tempi e sulle volumetrie degli edifici sanati e, nello stesso tempo, rimpinguare con i ricavi le disastrate casse delle amministrazioni”.