fbpx

Sicilia: Ddl ‘antiparentopoli’ non passa esame commissario stato

images Non passa l’esame del commissario dello Stato per la Regione siciliana il ddl ‘Antiparentopoli’ che prevedo nuovi e diversi casi di ineleggibilita’ e incandidabilita’ per i deputati che hanno interessi diretti nella formazione professionale e in altri ambiti dell’amministrazione regionale. Carmelo Aronica ha eccepito diversi vizi di incostituzionalita’ al presidente della Comissione Affari istituzionali dell’Ars Marco Forzese che oggi ha voluto incontrarlo. Immediato il rapido faccia a faccia tra lo stesso Forzese e il governatore Rosario Crocetta. Un doppio confronto che ha anticipato la seduta pomeridiana della Prima commissione dell’Assemblea regionale cui tocca il compito di riscrivere il ddl, indicando una strada per superare le perplessita’ e le divisioni emerse in Aula la scorsa settimana, tanto da suggerire il ritorno in commissione del testo. Tra le strade indicate dal commissario e che sembra avere trovato terreno fertile nel suo interlocutore e nello stesso Crocetta, quella dell’applicazione del decreto legislativo 39/2013, e cioe’ la legge anticorruzione, che al suo interno contiene diverse misure, non ultima l’istituzione del ‘funzionario Anticorruzione’.