fbpx

Senatori a vita, e’ polemica, Marziale: “Il sociale mai riconosciuto in questo paese”

images“Massimo rispetto per le personalità che il Capo dello Stato ha inteso premiare, ma ci fosse mai stata una volta che al sociale venisse tributato un merito”: è quanto dichiara il sociologo Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, in seguito all’infornata di senatori a vita che il presidente Giorgio Napolitano ha deliberato.

“Penso – precisa Marziale – a quei medici impegnati nelle missioni umanitarie nei Paesi in difficoltà, a quanti sono esposti in prima persona a combattere contro il crimine organizzato e ad altre molteplici personalità che emergono nell’impegno di soccorso sociale sopperendo a lacune dello Stato da considerarsi indecenti”.

“Siamo felici per il presidente della Repubblica, che si dice contento di avere agito nella massima libertà politica – conclude il sociologo – ma gli facciamo rispettosamente notare che quando al sociale non vengono riconosciuti meriti ciò significa che il Palazzo è ancora anni luce distante dal Paese reale”.