Scilla (RC): organizzata per sabato 7 settembre ”Chianalea in Festa”

chianalea in festaDi seguito la nota diffusa dall’assessore al comune di Scilla  Santo Perina e dal Presidente dell’Associazione ”Incontriamoci Sempre Pino Strati – Il Comune di Scilla, l’Ente Parco d’Aspromonte con la collaborazione delle Associazioni Culturali Chianalea e Incontriamoci Sempre, organizzano per sabato 7 settembre a partire dalle 18,30 con ingresso libero lato Porto di Scilla ”Chianalea in Festa”, manifestazione per la valorizzazione delle tipicita’ locali in ambito artigianale ed enogastronomico. Lungo il Borgo di Chianalea saranno allestiti. Spazi per la promozione dei prodotti – degustazione delle materie prime e loro impiego in ambito enogastronomico-degustazione dei vini locali, promozione del borgo di Chianalea attraverso percorsi e visite guidate – allestimento di spazi espositivi per i prodotti tipici artigianali e artistici, degustazioni delle varieta’ di pesce presenti nello stretto a cura dei ristoratori di Chianalea. Una serata che tende a valorizzare tutte le risorse provenienti da un territorio cosi’ vasto come quello scillese, dall’incantevole Costa Viola sulla quale si affacciano i borghi di Chianalea, Marina Grande, e Favazzina, verso gli scoscesi territori di Solano, passando per i Piani di Melia sino a giungere alle piu’ alte vette del massiccio aspromontano. Un territorio quindi cosi’ esteso da comprendere frutti della terra e prodotti del mare, rappresentando un unicum nell’ambito del territorio del parco. Per la promozione dell’artigianato locale e’ previsto il cojnvolgimento di artigiani locali che esporranni i loro manufatti lungo il percorso di visita, rappresentando la migliore espressione della creativita’ e dell’abilita’ delle operose genti scillesi. La scelta della location di Chianalea permette di far conoscere un borgo in cui le tradizioni culturali marinare sono l’identita’ di un luogo, dove il mare si insinua tra le case e le vite delle persone, le quali attraverso  i secoli hanno adattato le loro esigenze quotidiane di sopravvivenza, trasformando lo spazio in uno dei luoghi piu’ unici e caratteristici del territorio Reggino.