Regione Calabria, l’Assessore Mancini sui Pisl: “Firmate altre 216 convenzioni, eroghiamo ai beneficiari oltre 25 milioni di euro”

calabria 1“Oggi scriviamo una bella pagina di buona amministrazione e di corretta utilizzazione delle risorse europee. Firmiamo 216 convenzioni tra la Regione e gli enti beneficiari dei finanziamenti Pisl, e così siamo nelle condizioni di erogare subito oltre 25 milioni di euro come anticipazione”. Lo ha annunciato l’assessore al Bilancio e alla Programmazione nazionale e comunitaria, Giacomo Mancini, che è intervenuto assieme all’assessore alla Cultura Mario Caligiuri e al Presidente della Commissione consiliare “Bilancio, Programmazione economica e Attività produttive” Candeloro Imbalzano, al secondo incontro per la sottoscrizione degli accordi operativi relativi ai Pisl che si è tenuto stamani alla Fondazione Terina a Lamezia Terme. Le convenzioni siglate oggi, che riguardano operazioni per un importo complessivo di centoventisei milioni 608 mila euro, coinvolgono 176 beneficiari (173 Comuni, due Province e una Direzione regionale), che potranno ricevere adesso gli anticipi del venti per cento delle somme ammesse a finanziamento, per un totale di venticinque milioni 322 mila euro.
Le anticipazioni potranno essere erogate a: sessantadue beneficiari nel Cosentino, di cui sessantuno comuni (Acquaformosa, Alessandria del Carretto, Altomonte, Amantea, Belvedere Marittimo, Bianchi, Bisignano, Bonifati, Buonvicino, Calopezzati, Caloveto, Canna, Castiglione Cosentino, Castroregio, Cerchiara di Calabria, Cervicati, Cerzeto, Cetraro, Colosimi, Dipignano, Domanico, Fagnano Castello, Figline Vegliaturo, Fiumefreddo Bruzio, Fuscaldo, Grisolia, Laino Castello, Lattarico, Luzzi, Malvito, Marano Principato, Mendicino, Morano Calabro, Nocara, Oriolo, Orsomarso, Panettieri, Pedivigliano, Pietrafitta, Pietrapaola, Plataci, Rogliano, Rose, Roseto Capo Spulico, Rota Greca, San Basile, San Demetrio Corone, San Fili, San Lorenzo Bellizzi, San Marco Argentano, San Martino di Finita, Sangineto, Santa Caterina Albanese, Santa Sofia d’Epiro, Scigliano, Serra d’Aiello, Spezzano Albanese, Spezzano della Sila, Terravecchia, Vaccarizzo Albanese, Zumpano) più la Direzione regionale Beni culturali e paesaggistici della Calabria (intervento nel comune di San Nicola Arcella), che potranno ricevere anticipazioni per un importo complessivo di nove milioni 765 mila euro, su un totale di quarantotto milioni 826 mila; quarantanove nel reggino, di cui quarantotto comuni (Africo, Anoia, Antonimina, Ardore, Bagnara Calabra, Bova, Bruzzano Zeffirio, Calanna, Camini, Candidoni, Canolo, Caraffa del Bianco, Cardeto, Caulonia, Ciminà, Cinquefrondi, Condofuri, Feroleto della Chiesa, Gerace, Giffone, Gioiosa Ionica, Laganadi, Locri, Maropati, Melicucco, Molochio, Monasterace, Oppido Mamertina, Palmi, Pazzano, Roccaforte del Greco, Roccella Ionica, Roghudi, Samo, San Giorgio Morgeto, San Giovanni di Gerace, San Procopio, Santa Cristina d’Aspromonte, Scido, Scilla, Seminara, Serrata, Staiti, Stignano, Stilo, Taurianova, Varapodio, Villa San Giovanni), assieme alla Provincia di Reggio Calabria, che potranno ricevere anticipazioni per sette milioni 122 mila euro, su un totale di trentacinque milioni 608 mila; trentanove nel catanzarese, di cui trentasette comuni (Albi, Andali, Badolato, Belcastro, Borgia, Centrache, Cerva, Cropani, Curinga, Falerna, Feroleto Antico, Gagliato, Girifalco, Gizzeria, Guardavalle, Jacurso, Maida, Marcedusa, Martirano, Martirano Lombardo, Miglierina, Motta Santa Lucia, Petrizzi, Pianopoli, Platania, San Floro, San Mango d’Aquino, Santa Caterina dello Ionio, Sant’Andrea Apostolo dello Ionio, Sellia, Sellia Marina, Serrastretta, Sersale, Simeri Crichi, Soverato, Soveria Mannelli, Squillace), più la Provincia di Catanzaro e la Direzione regionale Beni culturali e paesaggistici della Calabria (intervento al comune di Borgia), che potranno ricevere tre milioni 906 mila euro, su un totale di diciannove milioni 530 mila; sedici nel crotonese (i comuni di Carfizzi, Casabona, Castelsilano, Cirò, Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Melissa, Mesoraca, Petilia Policastro, Rocca di Neto, Roccabernarda, San Mauro Marchesato, San Nicola dell’Alto, Santa Severina, Strongoli, Umbriatico), che potranno ricevere un milione 875 mila euro, su un totale di nove milioni 376 mila; undici del vibonese (Capistrano, Drapia, Filadelfia, Gerocarne, Mileto, Nicotera, Pizzo, Polia, Serra San Bruno, Soriano Calabro, Tropea), che potranno ricevere due milioni 654 mila euro, su un totale di tredici milioni 269 mila.
Le 216 convenzioni siglate oggi si aggiungono alle ottanta dei giorni scorsi, per un totale di 296 sottoscrizioni (il 67 per cento delle 445 previste). In dettaglio, ne sono state firmate quarantadue su quarantaquattro per i Pisl “Borghi di eccellenza” (il 95%), centotre su centotredici per “Contrasto allo Spopolamento” (91%), sessanta su sessantanove per “Qualità della vita” (87%), ventuno su ventisei per “Sistemi produttivi” (81%), quarantanove su centoventisette per “Sistemi turistici” (39%) e quattordici su quarantanove per “Minoranze linguistiche” (29%). Salgono così a oltre 164 milioni, su un totale di 269 (il 61%), le risorse impegnate finora per le sottoscrizioni relative ai Progetti integrati di sviluppo locale, mentre le anticipazioni previste per i primi 221 enti beneficiari ammontano a trentatré milioni di euro.
“Questi numeri spiegano meglio di tante parole il valore del lavoro che abbiamo messo in campo – sottolinea l’assessore al Bilancio e alla Programmazione nazionale e comunitaria, Giacomo Mancini – Se poi si considera che tra la pubblicazione del bando e l’erogazione delle risorse sono trascorsi meno di ventiquattro mesi, diventa evidente la bella pagina che l’amministrazione guidata dal Presidente Scopelliti ha saputo scrivere. Tutto ciò – aggiunge Mancini – è stato possibile grazie a un lavoro corale che ha visto protagonisti gli assessori Arena, Caligiuri, Gentile, Dattolo e Salerno, e allo sforzo profuso da molti dipartimenti regionali. Adesso gli enti beneficiari devono coronare questo sforzo rispettando la tempistica dettata dalla Commissione europea, realizzando le nuove opere e offrendo i nuovi servizi alla nostra comunità. In questa sfida non saranno lasciati soli – conclude l’assessore – perché continueremo a offrire loro tutto il supporto dei nostri uffici e l’assistenza sul territorio dei nostri agenti di sviluppo”.