fbpx

Regione Calabria, il Vicepresidente del Consiglio Nicolò su “risorse per i centri storici della Calabria”

calabria 1“L’erogazione di oltre 13 milioni di euro per il restauro, la riqualificazione e la valorizzazione dei centri storici della Calabria è una nuova pagina – accanto alle tante altre scritte in questi giorni – che evidenzia la capacità di dare attuazione a programmi di sviluppo complessivo del territorio attraverso interventi incisivi e di qualità”.
E’ quanto afferma il Vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria Alessandro Nicolò che sottolinea, “Da una parte, la nuova considerazione che la Calabria ha sui tavoli romani, grazie ad un diversa interlocuzione capace di far pesare la voce della Regione a livello centrale; dall’altra, la concretezza e la tempestività nel raggiungimento dei risultati”.
In questa sede, è giusto precisare che: “I fondi erano bloccati dal 2009 avendo il Cipe negato il parere favorevole alla proposta di copertura dei finanziamenti sul PAR-FAS 2007-2013, presentato dalla precedente Giunta”- ricorda il Vicepresidente.
Secondo Alessandro Nicolò, “Questo nuovo corposo intervento potrà contribuire a cambiare il volto di tanti borghi della Calabria, conosciuti per la loro storia e le ricchezze culturali e paesaggistiche, ma fino ad oggi non adeguatamente custoditi e valorizzati”.
“Provengono dalle risorse residue FAS 2000-2006, le somme sbloccate dal Cipe, che daranno finalmente corso ai Progetti integrati per il recupero e la valorizzazione di 55 centri della Calabria” – ricorda il Vicepresidente.
“L’ennesima prova, documentata dall’impegno e dai risultati, che questa amministrazione di centro-destra ha attivato, in sinergia tra Giunta e Consiglio, tutti gli strumenti normativi e tecnici per accelerare i processi di spesa delle risorse comunitarie e regionali in direzione di obiettivi condivisi e meritevoli di apprezzamenti oggettivi che superano posizioni di parte e faziosità. Risultati che, se inseriti e considerati all’interno di una visione prospettica di sviluppo, a cui peraltro tutti gli interventi messi in campo, concorrono, potranno realizzare un ‘effetto moltiplicatore’ sulle occasioni di sviluppo, aprendo anche a nuove e insperate opportunità” – sottolinea in particolare il Vicepresidente del Consiglio regionale.
“Le risorse ai 55 enti municipali che hanno documentato un idoneo stato di avanzamento dei lavori, si aggiungono così a quelle già liquidate nel mese di giugno, facendo salire così a 17 milioni e 885 mila euro le somme complessive assegnate dalla Regione” conclude Alessandro Nicolò.