fbpx

Reggio: stasera al circolo del Tennis la 2^ serata di StrettoWeb su “clima estremo e terremoti”

locandina-clima_estremo_e_terremoti_02Dopo il grande successo della prima serata di scienza, l’8 luglio al circolo del Tennis “Rocco Polimeni” di Reggio Calabria, è tutto pronto per il secondo appuntamento scientifico organizzato da StrettoWeb con la collaborazione della Redazione del giornale di scienza e meteorologia MeteoWeb: stavolta il tema centrale della serata saranno i “Rischi naturali dello Stretto di Messina“, tra fenomeni meteo estremi e terremoti. Sarà il direttore di StrettoWeb e MeteoWeb, Peppe Caridi, a tenere una relazione intitolata “Meteo e fenomeni estremi: quali rischi nello Stretto con i cambiamenti climatici in atto“, poi ampio spazio alle domande e agli interventi del pubblico.

A grande richiesta, torneranno al circolo del Tennis anche gli apprezzatissimi telescopi del Planetario Pythagoras di Reggio Calabria, per guardare le stelle e, stavolta, anche la luna!

Ospiti d’eccezione i ragazzi del Magna Grecia Aerospace, che racconteranno per la prima volta a Reggio la straordinaria avventura che pochi giorni fa ha proiettato la Calabria nello Spazio!

Vi aspettiamo stasera alle ore 22:00 al Circolo del Tennis Rocco Polimeni.

Approfittiamo della circostanza per ripercorrere rapidamente la storia di questo circolo che, al di là dell’interesse di ognuno nei confronti di questo sport, ha rappresentato e rappresenta un fiore all’occhiello della città di Reggio.

La storia del Circolo del tennis di Reggio Calabria “Rocco Polimeni”

Nel 1929 quando, grazie ad un gruppo di appassionati di quello sport, fu costruito dal Comune un campo da tennis in bitume, nacque informalmente il circolo del tennis di Reggio Calabria.
Allora il tennis era un gioco di élite e tale rimase per altri decenni.
Durante la guerra quel vecchio campo fu distrutto dai bombardamenti aerei e nel 1945, all’interno del Lido Comunale, che allora era una struttura prestigiosa, una delle poche del Sud Italia, fu fondato il Circolo del Tennis “Rocco Polimeni, intitolato ad uno dei migliori tennisti reggini, caduto in guerra e decorato con la medaglia d’oro.
A partire dagli anni ’50, molti tennisti reggini iniziarono a distinguersi in campo nazionale (come Domenico e Gianni Travia, Bianco, Landi, Siciliano) ed il Circolo divenne teatro di diverse competizioni internazionali.
Negli anni ’60 e ’70 si susseguirono sui campi del “Polimeni” i migliori giocatori del mondo, tra cui gli azzurri Gardini, Pietrangeli e Merlo, Sirola, Bertolucci, Zugarelli, Panatta, Lea Pericoli ed ancora gente del calibro di Emerson, Fraser, Roche, Newcombe, Stolle e Mulligan, Hopman, Nastase, Tiriac, le tenniste Yola Ramirez, Lesley Turner, Margaret Smith.
Il successo del Circolo reggino raggiunse il culmine nel 1972 con l’assegnazione di un incontro di Coppa Davis (Italia –Austria).
Nel 1975 una batosta segnò la storia del Circolo: fu raso al suolo per consentire l’interramento della linea ferroviaria e la realizzazione del nuovo Lungomare. Quasi mezzo secolo di storia annullato.
Ma lo spirito di sacrificio e la passione tennistica rimasero intatti e consentirono al Circolo di rinascere, tre anni dopo, in un posto ancora più bello e, soprattutto più grande e sempre nel centro della città.
Nacque così, nel parco Pentimele, uno dei più bei circoli del tennis d’Italia, dotato di 8 campi, con un campo centrale con tribuna da 2000 posti.
Negli anni ‘80 ricominciò ad intensificarsi l’attività agonistica con altri appuntamenti di rilievo: due edizioni di Tornei Internazionali e la Coppa Davis del 1983.
Negli anni ’90 , furono ospitati i Campionati Italiani under 18, due Challengers da 50.000 Dollari e la Coppa Europa.
Nel 1996, un riconoscimento straordinario: la Stella d’Oro al merito sportivo assegnata al Circolo dal Coni, cui fece seguito, l’anno dopo, la conquista del primo Scudetto da parte di una squadra del Circolo: l’under 12 femminile a squadre.
Nel 1998, il Circolo ospitò una delle fasi più prestigiose della storia
azzurra femminile, la Federation Cup tra Italia e Spagna.
Il 2001 il Circolo conquistò lo Scudetto tricolore di coppia nel doppio di terza categoria femminile.
Nello stesso anno arrivò un altro ambito riconoscimento: l’assegnazione della Coppa d’Argento del Presidente della Repubblica per la meritoria attività svolta dal Circolo nell’ambito socio-culturale e sportivo.
Nel 2002 un altro scudetto, nel doppio femminile di terza categoria ed il ritorno della Coppa Davis a Reggio con l’incontro Italia – Finlandia.
2003 ancora un prestigioso risultato sportivo: la conquista del ° posto nella classifica nazionale Under 14 da parte del giovane Stefano Valenti.
Nel 2009 ancora un grande evento internazionale: la finale della Fed Cup, edizione del più importante torneo tennistico per nazionali femminili.

copertina-facebook-clima-estremo-e-terremoti