fbpx

Reggio, PRI: Paolo Ferrara risponde al Segretario Paolo Raffa

paolo ferraraDi seguito la nota diffusa dall’esponente del Partito Repubblicano reggino, Paolo Ferrara: Con stupore e profonda amarezza ho appreso delle dichiarazioni del Segretario Provinciale del Partito Repubblicano Italiano, Paolo Raffa, apparse ieri nei quotidiani. Tengo a precisare che sono venuto a conoscenza delle diffamatorie affermazioni proprio mentre ero a pranzo col Segretario Nazionale del PRI, Francesco Nucara,  e autorevoli dirigenti repubblicani. L’incredula “sorpresa” è stata collettiva.

Nell’era in cui la politica è allo sbando, con grande orgoglio posso invece affermare che ho avuto la fortuna di muovere i primi passi e formarmi all’interno del PRI beneficiando dell’esclusiva opportunità di crescere al fianco di uno straordinario uomo e grande leader: Francesco Nucara. Proprio grazie ai suoi insegnamenti, ho imparato ad applicare e rispettare le regole comportamentali e gerarchiche indispensabili per poter fare vita di partito. Viste le basilari nozioni, stupisce che il Segretario Provinciale, Paolo Raffa, disattenda o disconosca i normali strumenti burocratici che il partito offre al suo interno, ai quali bisognerebbe fare ricorso. In qualità di iscritto prima e di Dirigente Nazionale dopo mi sono sempre attenuto a tali strumenti con il solo intento di contribuire alla crescita e alla visibilità del partito. Impegno che ho anche dispiegato quale rappresentante del PRI nelle istituzioni. Quello che dispiace far rilevare è che non si sia ritenuto ricorrere alle procedure che regolano la dialettica all’interno del partito prima ancora di diffondere “idee proprie e del tutto personali” attraverso la stampa, il che non ha consentito alcun confronto che invece sarebbe stato opportuno dibattere proprio all’interno della Direzione Provinciale.

Nel particolare momento in cui il PRI è impegnato nella programmazione e nella riuscita delle 4 giornate repubblicane qui a Reggio Calabria, fortemente volute dal Segretario Nazionale, l’infelice uscita del Segretario Provinciale assume un significato che sa di disfatta di una linea politica incapace condotta fin adesso. La saggezza che il Segretario Nazionale ha sempre profuso nei confronti di iscritti e dirigenti, in questo caso non sembra abbia sortito gli effetti positivi sperati.

Altrettanta saggezza avrebbe dovuto consigliare ad una convocazione della Direzione Provinciale per la trattazione di qualsiasi argomento che investisse anche la valutazione del comportamento degli stessi tesserati. Probabilmente la mancata partecipazione che di volta in volta si verifica allorquando ci si riunisce, ha indotto in un momento di caldo agosto, il Segretario Provinciale ad assumere iniziativa monocratica, non condivisibile e non accettabile, dal momento che della mia iniziativa in alcuni momenti la Segreteria Nazionale se ne è assunta anche la paternità. Chiedo che in tempi brevissimi venga convocata la Direzione Provinciale per far chiarezza prima ancora che la nave repubblicana reggina vada a finire sugli scogli a causa delle imperizie di un capitano incapace.