fbpx

Precariato Lpu, Legge 15 e Legge 28. Assessore Salerno: “Nessun ostacolo al proseguimento delle attività”

calabria 1L’Assessore al Lavoro Formazione professionale e Politiche sociali Nazzareno Salerno – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – ha ufficialmente esplicitato l’impegno ad adempiere all’immediata esecuzione dei procedimenti amministrativi previsti per assicurare il proseguimento delle attività dei precari fino al 31 dicembre 2013 invitando gli Enti utilizzatori a non adottare provvedimenti ostativi alla continuazione delle attività, fatte salve le autonome decisioni del Consiglio regionale. Le categorie dei lavoratori interessate sono quelle relative alle leggi regionali n. 20/2003 (lsu/lpu), n. 15/2008 (Piano di reinserimento occupazionale), n. 28/2008 e n. 8/2010 (ex Sial). Sin dal suo insediamento l’Assessore Salerno ha dimostrato sensibilità verso le problematiche occupazionali facendosi promotore dell’approvazione in Giunta regionale della delibera n. 160/2013 concernente “l’Atto di indirizzo per la definizione di linee di intervento sulla situazione dei bacini del precariato istituzionalizzato e sull’emergenza lavoro in Calabria” e “Le Politiche attive del lavoro”. In particolare, proprio in virtù di questa delibera, l’Assessore Salerno è riuscito, dopo aver provveduto alla ricognizione delle emergenze occupazionali e dei bacini di precari, ad ottenere l’apertura di un tavolo tecnico nazionale, con la partecipazione dei Ministeri competenti, teso all’esame e alla ricerca delle soluzioni normative e finanziarie da mettere in campo a favore della Calabria. Tale fase è stata caratterizzata da una serie di incontri con le organizzazioni sindacali, che hanno reso il percorso effettivamente condiviso. “La priorità di questo momento storico – ha affermato l’Assessore Salerno – è sicuramente quella di garantire il mantenimento degli standard occupazionali e per questo stiamo investendo le nostre energie nelle attività che possono tradursi nella salvaguardia dei posti di lavoro. L’esecutivo regionale guidato dal Presidente Scopelliti si rende infatti sempre operativo per produrre tutti gli atti che tutelano gli interessi dei calabresi e che possono contribuire a superare questo frangente temporale difficile e a programmare un futuro che non sia condizionato dalle emergenze. Riteniamo che essere, con i fatti, vicini ai calabresi sia un dovere dal quale non ci si può esimere e pertanto continueremo a spenderci per ridurre le incertezze determinate dalla crisi economica e sociale. E’ importante, però – ha concluso l’Assessore Salerno – che gli Enti utilizzatori offrano tutta la loro collaborazione affinché attraverso la giusta sinergia si possa fare fronte con determinazione e prontezza alle attuali problematiche”.