Passaggio di consegne al Rotaract Club Reggio Calabria. Il nuovo presidente è Laura Destefano

IMG_0130Giovedì 1 agosto, alla presenza di numerosi e fraterni amici provenienti dall’intero territorio nazionale, il Rotaract Club Reggio Calabria ha celebrato il tradizionale e tanto atteso passaggio delle consegne, che ha visto come protagoniste l’ormai pastpresident Roberta De Clario e il presidente entrante Laura Destefano.

Immersi nel meraviglioso sfondo dello Sport Village, in una serata ricca di calore e passione rotaractiana, i giovani reggini hanno ripercorso un anno stracolmo di progetti, attività e service, condotto egregiamente dal presidente De Clario e culminato con due importanti riconoscimenti a livello distrettuale: la lode presidenziale assegnata al club dal Governatore Rotary Marcello Fasano e la targa riconoscimento come miglior service da parte del Rappresentante Rotaract Distretto 2100 Mario Carratelli. Ma il momento sicuramente più importante e significativo della serata è stato il fatidico “passaggio del collare”, momento che ogni anno sancisce l’inizio di un nuovo percorso, caratterizzato dalla continuità, ma, nello stesso tempo, dall’innovazione che solo la ruota Rotary può garantire. Ed ecco quindi che il neo presidente Laura Destefano, colonna portante dell’intero distretto di cui il club fa parte, prende la parola affermando l’importanza di fare service sul territorio nonché l’intenzione di “far uscire il Rotaract dalle mura della sede, facendolo conoscere all’esterno, dove troppo spesso si trovano pregiudizi sterili nei confronti della nostra associazione”; il presidente procede ricordando che quest’anno ricorre il 45° anno di storia del Rotaract Reggio Calabria, “un club che ha sempre ottenuto importanti riconoscimenti per il lavoro svolto e che ha saputo sempre esprimere grandi professionisti in tutti i campi”.

IMG_0126Dopo l’intervento del RRD Pasquale Russo, entusiasta per il calore ed il servizio effettuato dal club, la serata è proseguita all’insegna del sano divertimento, tipico dell’associazione Rotaract, perché, come ha emblematicamente affermato la Destefano “non bisogna mai dimenticare le forme ed i principi rotariani, ma bisogna soprattutto ricordare che il rotaract non è fatto solo di labari e campane, ma è fatto di volti di persone che dedicano ogni giorno il loro impegno e la loro passione per quella meravigliosa e gigantesca R, che fa sentire migliaia di giovani in tutto il mondo membri di una stessa famiglia”.