fbpx

Morte Nonna Maria, Puggioni: “era un’istituzione”. Foti: “la ricorderemo con grande affetto”

nonna mariaVolevo Salutare per l’ultima volta, Nonna Maria. Più che una tifosa amaranto, un’istituzione. Lei ci ha fatto sorridere con la sua spontaneità. Rimarranno epiche certe frasi che recitava. Ti abbiamo voluto tanto bene, ci mancherai“: così l’ex portiere amaranto Christian Puggioni si aggiunge al lungo elenco degli ex amaranto (da Costa a Belardi, da Baronio a Cascione, fino a Rizzo, Angella e Ragusa) e dei giocatori ancora nell’orbita amaranto come Colucci, Camilleri e D’Alessandro che hanno voluto ricordare la simpatica mascotte amaranto con un post su facebook o twitter.
Da segnalare tanti curiosi fraintesi proprio sui social network dove molti contatti dei calciatori, estranei a Reggio Calabria e quindi ignari dell’identità di Nonna Maria, hanno iniziato a fare le condoglianze convinti che i giocatori avessero perso una nonna dal nome “Maria”. I vari Costa, Camilleri ecc. ecc. hanno poi dovuto spiegare chi fosse davvero la più grande tifosa della Reggina.
Il Presidente Foti ha invece ricordato la donna, spirata ieri mattina all’età di 94 anni, parlando ai microfoni della radio ufficiale del club, Touring 104: “a livello di passionalità e affetto verso la Reggina e i calciatori ha dato tanto. Tutti gli avevano dato questo ruolo di Nonna e lei lo ha conquistato sul campo. Resta per tutti noi Nonna Maria. Le volevamo bene e lei voleva ancora più bene alla Reggina. La ricorderemo con grande affetto“.