Messina, la nota di Libero Gioveni sui dossi naturali di Viale Italia e viale Regina Elena

libero gioveniDi seguito la nota diffusa dal  Consigliere Comunale, Libero Gioveni. 

Fra le tante priorità d’intervento nelle strade cittadine quella dell’eliminazione dei dossi naturali sul viale Italia e sul viale Regina Elena rischia di trasformarsi in autentica emergenza!

Il consigliere comunale dell’Udc Libero Gioveni interviene in una di quelle ormai annose problematiche “congiunte” di manutenzione stradale e del verde pubblico che continua a causare non pochi disagi agli automobilisti.

Facendo passare quasi in secondo piano l’alta probabilità di distruggere gli ammortizzatori delle proprie auto che transitano dalla meglio nota Circonvallazione cittadina per il sempre più tortuoso percorso da “montagne russe” nella carreggiata direzione sud-nord che sembra voglia “esplodere” per la pressione delle radici degli alberi, ciò che non può essere considerato secondario è l’alto rischio incidenti che le condizioni del manto stradale provoca!

La naturale conseguenza per gli automobilisti (e soprattutto per i centauri) – evidenzia Gioveni – è certamente quella di dirottare i propri mezzi nella corsia opposta proprio per evitare i dossi, con l’immaginabile triste conseguenza che può scaturire da queste continue manovre azzardate!

Inoltre, l”ormai sbiadita striscia gialla che in diversi tratti lo scorso anno è stata tracciata dal Dipartimento Viabilità per evidenziare il pericolo – spiega il consigliere – non può di certo bastare, senza considerare il fatto che le dimensioni ristrette della carreggiata utilizzabile senza rischi forse non consentirebbero nemmeno di circolare nella lunga arteria cittadina a doppio senso di marcia!

Gioveni è ben consapevole che in questi ultimi anni si è aperto quasi un dibattito pubblico su come risolvere questo sempre più grave problema di manutenzione, ma è altresì convinto che questa Amministrazione lo debba affrontare ormai prioritariamente a garanzia soprattutto della pubblica sicurezza!

Per tali motivi l’esponente Udc, conscio della mancanza di fondi ordinari da destinare a questo genere di interventi, ritiene quasi obbligato ormai il ricorso a parte dei fondi ecopass, sui quali l’operazione “verità” richiesta dallo stesso Gioveni al Sindaco Accorinti e all’assessore al Bilancio Signorino il 9 luglio scorso purtroppo non è ancora partita!

E, viste le tante emergenze e incognite, non è mai troppo tardi per farlo!!!