Mercato, la Reggina fa sul serio: Benassi, Albertazzi, Casarini e Strasser per sognare la serie A

foti regginaNella settimana che porta all’esordio ufficiale della stagione del centenario, domenica sera alle 19:45 contro il Carpi allo stadio Granillo per il primo match di Coppa Italia, la Reggina si sta muovendo in modo importante sul mercato per costruire una squadra competitiva che risponda alla “voglia di vincere” più volte espressa dal Presidente Foti nelle ultime settimane. Dopo gli acquisti di Ipsa, Contessa, Caballero, Zandrini, Sbaffo e Cocco, il riscatto di Gerardi e Lucioni, il ritorno dai prestiti di Camilleri, Di Lorenzo e De Rose e, infine, la conferma di Adejo, Barillà, Fischnaller, Colucci e Di Michele, l’ossatura della rosa a disposizione di mister Atzori pare già delineata ma in base ai rumors dei ben informati la società è molto attiva sul mercato un po’ in tutti i reparti, eccezion fatta per l’attacco che è quello ormai completato con l’arrivo di Cocco.
benassi lecceNegli ultimi giorni la società sarebbe prepotentemente tornata su Benassi, esperto portiere di proprietà del Lecce: una voce che stride con quanto fin qui annunciato da mister e società che hanno sempre parlato di Baiocco come titolare della nuova Reggina con grande fiducia e convinzione. Evidentemente, però, nella preparazione pre-stagionale si sono fatte altre scelte e valutazioni se è vero che la Reggina è alla ricerca di un nuovo portiere. Con il Lecce si potrebbe concretizzare uno scambio proprio con Baiocco, e l’arrivo di Benassi garantirebbe esperienza e qualità tra i pali, elementi che sicuramente sono mancati nelle ultime due stagioni dopo la partenza di Puggioni.
In difesa, invece, è vicinissimo Michelangelo Albertazzi che ha una corsia privilegiata, nelle scelte del club, su Claiton Dos Santos. Quello di Albertazzi sarebbe un gran colpo per la Reggina che si assicurerebbe le prestazioni del giovane scuola Milan già più volte a un passo dal grande salto in prima squadra con i rossoneri di Allegri. Gli esperti di calciomercato assicurano che la trattativa è già in porto: mancherebbero solo le ultime formalità.
strasserIl centrocampo, invece, è il settore nevralgico da rinforzare per dare a Colucci un degno compagno di reparto e anche una valida alternativa. Il compagno potrebbe essere Strasser. La Reggina ha già in tasca l’accordo con il Genoa per il prestito, ma il giocatore – cosa ben nota da tempo – preferirebbe giocarsi le sue carte in serie A senza dover scendere in B. Dopotutto non ha alcuna preclusione nei confronti della Reggina e sa bene che sarebbe meglio poter giocare da titolare 42 partite anziché fare la panchina in A, sta quindi svolgendo con il Genoa la tournée in Inghilterra con la speranza di mettersi in mostra e di convincere mister e società a puntare su di lui. Se così non sarà, cosa molto probabile in quanto difficilmente il giovane talento sierraleonese riuscirà a scalzare uno tra Lodi, Kucka e Cofie nelle gerarchie di Liverani, la porta della Reggina potrebbe spalancarsi. Anche per Strasser, quindi, c’è da essere ottimisti: potrebbe arrivare a Reggio già all’inizio della prossima settimana. Un altro obiettivo importante è Federico Casarini, centrocampista di qualità del Bologna che può giocare centrale, esterno destro o anche mediano. E’ un elemento estremamente duttile e sarebbe un altro grande colpo. L’alternativa è Davide Gavazzi della Sampdoria.
116Le trattative per Casarini e Gavazzi lasciano intendere che sulla corsia destra il duo CaballeroMaicon non convinca al 100%. Vale lo stesso discorso fatto per il portiere: in base alle dichiarazioni di mister e società, per questo ruolo il mercato doveva essere chiuso invece se si sono riaperte le strade Casarini e Gavazzi c’è stato un ripensamento, cosa del tutto normale a mercato in corso e durante il precampionato. Caballero, dopotutto, è un acquisto importante ed ha anche brillato nelle gare amichevoli. Probabilmente è Maicon a non convincere al 100%, ma è solo un’ipotesi … Vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni, ma con questi nomi i tifosi iniziano davvero a sognare ritorno in serie A dopo 5 stagioni di B.