fbpx

Masterchef – Annà 2013: il resoconto della kermesse

SAMSUNG CSCTre chef  non professionisti, cinquanta giurati affamati ed esigenti provenienti da cinque differenti regioni, un animatore divertente, un promoter dal gusto fino e bambini, tanti bambini…..!

Sono questi i numeri di quello che é stato presentato come “Il MasterChef – Anná 2013”, non una competizione ma un semplice confronto tra chi, Pina Porchi, Fabio Aloi e Vittorio Cuccomarino, é innamorato dei fornelli e per passione, puro divertimento e un pizzico di narcisismo non ha problemi a preparare e presentare i propri piatti esaltandone le virtù.

I vacanzieri di viale Familiari ad Annà, acquisito il titolo di giudice sul campo, o meglio tra le panche e i tavoli delle innumerevoli sagre del comprensorio grecanico che li hanno visti sempre presenti e sofisticati commentatori, hanno deciso di seguire le orme di Carlo Gracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich, organizzando quello che, visto il successo, non potrà che diventare un appuntamento fisso nelle prossime stagioni estive.

Dopo aver svuotato le proprie dispense e tirato fuori i ferri del “mestiere”, i tre chef hanno stupito gli increduli commensali con un menù completo aperto dall’antipasto composto da filetto di tartare scottata in manto di peperoni arrosto su un letto di rucola e salsa di senape, involtino alla parmigiana su base di salsa di pomodoro. Per primo scialatielli con salsiccia e carciofi, mantecati con panna, maccheroni calabresi alla norma con una spolverata di ricottina salata. Secondo piatto composto da tocchetti di pollo alla piastra in vellutata di peperoni con riduzione di aceto balsamico e miele. Per concludere un semifreddo alle mandorle in salsa di cioccolato con mandorle caramellate.

Non sono mancati gli intermezzi musicali, con il dj Pietro capace di alternare balli sociali a momenti di karaoke, con esibizione di giovani e meno giovani che hanno intrattenuto i giurati nelle brevi pause. Molto apprezzata anche l’esibizione di esperti tangueri che hanno deliziato tutti con il sensuale ballo argentino.

A conclusione della kermesse, l’organizzatore e presidente di giuria Dario, nel consegnare le targhe ricordo ai tre cuochi ha salutato tutti rinnovando l’appuntamento al prossimo anno.