L’Assessore Caligiuri sul cartellone unico dell’offerta culturale della Calabria

Mario CaligiuriProsegue l’impegno dell’Assessorato Regionale alla cultura verso la costruzione di un cartellone unico dell’offerta culturale della Calabria e la sua comunicazione. Il sito dell’assessorato www.eventi.conoscenzacalabria.it – informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale – si arricchisce di un calendario dinamico che riporta, giorno per giorno, gli eventi, le date e i luoghi delle iniziative promosse dalla Regione Calabria. “L’impegno nel 2013 per la costruzione di un cartellone unico degli eventi – ha commentato l’Assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri – si avvale di questi importanti strumenti di comunicazione per fare conoscere attraverso i canali più attuali la significativa offerta culturale calabrese”. Il cartellone unico è promosso con una innovativa formula di comunicazione: sono gli stessi beneficiari, coordinati dall’Assessorato, a pubblicizzare, accanto alle proprie iniziative, anche il cartellone complessivo ed il relativo sito puntando tutto sui new media. Gli spazi utilizzati sono di rilievo nazionale: dalla home page di Repubblica.it al sito del Corriere della Sera, dal motore di ricerca di Google ai più noti social media quali Twitter e Facebook. I primi dati relativi alla campagna sono molto positivi; gli accessi al sito sono aumentati esponenzialmente e i contatti generati sugli info center degli organizzatori degli eventi confermano che la strada percorsa è quella giusta. Dal monitoraggio dei dati  che provengono dai social media, infine, arrivano le informazioni quantitative e qualitative più rilevanti: in soli 20 giorni il numero dei tweet si è più che raddoppiato e l’attività di risposta ai tweet interessa più della metà dei messaggi, a dimostrazione che l’utente del social network è particolarmente attivo ed interessato ai contenuti che frequenta. Grazie a Facebook sono state raggiunte 338.687 persone con quasi 1500 riscontri di gradimento ( “mi piace”); il navigatore del social network dedicato agli eventi culturali calabresi è principalmente adulto (fascia d’età 35-44 anni) e ciò che importa di più, non è solo calabrese. Le prime due città di provenienza dei navigatori della pagina che ne gradiscono i contenuti sono Roma e Milano: l’offerta culturale regionale è già ben oltre i confini della Calabria. I dati raccolti saranno analizzati ulteriormente, nei prossimi mesi, con le rilevazioni di gradimento del pubblico che l’assessorato ha previsto per tutti gli eventi finanziati.

“Riteniamo – ha concluso Caligiuri – che, anche attraverso questi strumenti, gli eventi culturali promossi quest’anno dalla Regione possano aumentare in spettatori, turisti, incassi e ricadute economiche”.