fbpx

La deputata Nesci si scaglia contro la sanità calabrese alla luce dei decessi avvenuti a Tropea

images

Pochi mezzi di soccorso e mare che fa “brutti scherzi” sono le cause dei due decessi avvenuti in tre giorni a Tropea, nota località turistica calabrese. La parlamentare calabrese del M5S Dalila Nesci lancia un grido d’allarme: “non è possibile che a Tropea ci sia solo un ambulanza, in un periodo in cui in cui è alta la presenza di turisti”. “Insisto- prosegue-  affinchè la Regione Calabria si muova immediatamente, provvedendo all’acquisto di altre ambulanze, se la situazione è così drammatica come, nel silenzio generale, hanno scoperto i ragazzi del Movimento”. Nesci conclude: «l’emte regionale sia tempestiva e preventiva, facendo tutti gli investimenti necessari per garantire il pronto soccorso nella costa vibonese. Non siamo figli di un dio minore. Inutile parlare di turismo e bellezza delle spiagge, se poi non si risolvono i problemi fondamentali”.