fbpx

Guardia di finanza, migranti diretti verso le coste calabresi: intercettato un motopesca con a bordo 130 persone

imagesAncora migranti diretti verso le coste calabresi. Un aereo islandese del dispositivo di pattugliamento aeromarittimo dell’Agenzia Europea, per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne degli Stati membri dell’Unione Europea (FRONTEX), alle ore 01.00 del 30 agosto ha intercettato a circa 225 miglia nautiche nelle acque internazionali un motopesca con a bordo un numero imprecisato di migranti.
Un pattugliatore veloce del Gruppo Aeronavale di Taranto, un Guardacoste, una vedetta veloce della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria si sono mossi, per intercettare l’imbarcazione, insieme ad una motovedetta della Capitaneria di Porto.
Una volta localizzato dai mezzi militari, alle 02.15 circa, il M/P, appena entrato nelle acque territoriali, è stato fermato ed abbordato.
Le donne, i minori e 4 adulti, bisognevoli di assistenza, sono stati trasferiti sulla vedetta della Capitaneria di Porto, che lasciava la zona operazioni e dirigeva verso il porto di Roccella Jonica, ove giungeva alle ore 05,45. Trattasi di nr. 21 donne, nr. 28 minori e nr. 4 adulti.
Tutti gli uomini, circa 70/80, sono rimasti sul motopesca, che scortato dalle unità navali della Guardia di Finanza dirige verso il porto di Roccella Jonica, dove giungerà intorno alle ore otto. Successivamente saranno trasferiti presso il plesso scolastico “CARRERA” messo a disposizione dal Sindaco di Roccella Jonica, dove saranno prestate le prime cure ed effettuate le attività di identificazione da parte degli organi di polizia preposti.

Si tratta di cittadini di nazionalità siriana e somala, in viaggio, molto duro e faticoso, da 5 giorni. Si presentano in discrete condizioni fisiche, agli stessi è stata fornita una prima assistenza.
Si sospetta di una persona, tra i migranti, che potrebbe essere lo scafista che conduceva il motopesca verso il nostro litorale.