fbpx

Donna morta dopo parto. Il cugino: “vogliamo la verità”

ESTATE: CALDO, IN LIGURIA ALTE TEMPERATURE MA NESSUNA EMERGENZASiamo ancora piu’ arrabbiati di ieri. Mia cugina e’ sequestrata in ospedale e ancora non e’ stata eseguita l’autopsia. Vogliamo la verita’ su quanto e’ successo e vogliamo sapere se qualcuno ha sbagliato e con la sua negligenza ha uccisa Antonella”. Lo dice Piero Seminara, cugino di Antonella Seminara, la donna di Gangi (Palermo) morta dopo il cesareo. ”Non si puo’ morire cosi’ al primo parto. Dopo un’ora e mezza di attesa per il cesareo ‘d’urgenza’, abbiamo saputo che il bambino non ce l’aveva fatta, mentre lei stava bene ma doveva essere trasportata per ulteriori accertamenti all’ospedale di Sciacca con l’elisoccorso. Invece e’ rimasta in ambulanza due ore e mezza senza monitoraggio”.

O questa sanita’ in Sicilia si rimette in piedi – conclude – dando un’assistenza vera ai malati, o e’ meglio che chiuda: almeno sappiamo con chiarezza che dobbiamo andare fuori dall’isola per le cure”.