Danneggiato muro romano a Termini Imerese

imagesDanneggiato a termini Imerese (Palermo) un tratto di muro di Eta’ Romana in Opus reticolatum risalente al I sec. d.C. A denunciarlo e’ SiciliAntica con una lettera inviata alla Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Palermo. Il muro, in opera reticolata, si trova sulla via Paolo Balsamo, meglio nota come ‘Serpentina’, nelle pendici sud-orientali del promontorio di Termini Imerese, sottostante alla terrazza del Belvedere. La scoperta di avanzi di costruzioni romane si ebbe alla fine dell’Ottocento, durante i movimenti di terra per costruire i vialetti di una passeggiata. Analoghi rinvenimenti si ebbero nel 1948-49, durante lo scavo di un serbatoio. Il breve tratto di Opus reticolatum e’ stato in questi anni poco protetto, lasciato spesso nell’abbandono piu’ totale, e in questi giorni, molto probabilmente durante l’attivita’ di diserbo dell’area, e’ stato ulteriormente danneggiato. SiciliAntica ha chiesto alla Soprintendenza ai Beni Culturali un immediato intervento al fine di un possibile recupero del manufatto e di una attenta salvaguardia dell’originale opera di Eta’ romana. “Quanto e’ accaduto e’ l’ennesimo schiaffo alla memoria storica della citta’ -scrive Alfonso Lo Cascio, della Presidenza regionale di SiciliAntica- e’ il segno dell’incapacita’ di saper tutelare il proprio passato. Un altro simbolo originale della presenza Romana nel territorio rischia di scomparire grazie all’incuria ed una certa dose di negligenza. Una pessima amministrazione cittadina in questi anni non ha saputo elaborare una adeguata politica di salvaguardia, al di la’ delle ridicole strombazzate mediatiche, inadatta a svolgere il proprio ruolo, ha permesso che i resti piu’ significativi del passato della comunita’ potessero essere impunemente danneggiati, rovinati o distrutti”.