Cosenza, le precisazioni del sindaco Mario Occhiuto in merito alla presidenza del Consorzio Valle Crati

Sindaco-Mario-Occhiuto-1-Cosenza“Smentisco categoricamente le notizie pubblicate in questi ultimi giorni sulla stampa in merito alla presidenza del Consorzio Valle Crati, con illazioni riferite al sottoscritto. Esse non corrispondono al vero. Anzi, sono prive di qualsiasi fondamento”.

Il sindaco Mario Occhiuto tiene a rimarcare l’assoluta infondatezza di quanto divulgato in relazione al suo ruolo e alla sua persona nella vicenda dei papabili nomi del prossimo presidente di Valle Crati.

Io ho già da tempo designato in seno al Consorzio il mio delegato – sottolinea Occhiuto – E questo delegato si chiama Maximiliano Granata, che ha la mia massima fiducia e la massima autonomia decisionale. Non capisco su quali basi, e senza alcuna verifica, vengano diffuse notizie che contribuiscono solo ad amplificare il caos esistente anziché riportare equilibrio. Io personalmente – aggiunge il Sindaco – non sono interessato né alla carica di Presidente né tantomeno ad esprimere un candidato, semplicemente perché, ripeto, il mio delegato è stato scelto a tempo debito. Inoltre, è opportuno ricordare che a me non interessano le cariche, ma solo che i problemi si risolvano. Sono infatti i problemi, al momento, le priorità di Valle Crati. Dispiace leggere cose che non corrispondono ai fatti reali e osservare come non ci sia neanche un’adeguata conoscenza tecnica della materia. Basti sapere che, per concorrere alla Presidenza del Consorzio, è necessario essere Sindaco o delegato di un Sindaco. Come pure per i nomi riportati dalla stampa quali ipoteticamente esclusi dalla Presidenza dell’Amaco per essere fantomaticamente ‘recuperati’ in Valle Crati, occorrerebbe essere informati che si tratta di nomi che non hanno nemmeno presentato la domanda e il curriculum per quella carica al vertice dell’azienda di trasporti. Non so dunque davvero di cosa si stia parlando. Maximiliano Granata – conclude Occhiuto – a mio avviso ha sempre svolto, in un settore delicatissimo, un’eccellente azione legata alla trasparenza ed alla legalità. Per questo gli rinnovo pubblicamente la massima fiducia e ribadisco che, per il Comune di Cosenza, le priorità sono altre, non certo le poltrone”.