fbpx

Catanzaro, Associazione Fosso Barbaruzza: “sia debellato il racket dei parcheggiatori abusivi”

parcheggiatoriSia debellato il racket dei parcheggiatori abusivi rom nell’Area Magna Grecia“. A chiederlo, con una forte denuncia del fenomeno, e’ l’Associazione “Fosso Barbaruzza” . “Dopo aver assistito all’ultimo concerto tenuto nell’Area Magna Grecia – dice il presidente Mario Girottinon possiamo non intervenire su una situazione che rischia di degenerare e rimanere fuori controllo. Molte sono state le perplessita’ e le paure di chi si e’ ritrovato a lasciare la propria auto nell’Area Magna Grecia in un parcheggio gestito da persone di chiara etnia rom.
Ora noi ci chiediamo da chi sono stati autorizzati e soprattutto perche’ e’ stato affidato o permesso un servizio di sicurezza agli zingari? Noi chiediamo a gran voce che venga ristabilita la legalita’ nei parcheggi dell’Area Magna Grecia e auspichiamo che vengano messi in atto tutti i mezzi a disposizione per combattere l’illegalita’ nello specifico e in tutte le forme di abusivismo. Riteniamo che questo sia anche un danno d’immagine immenso per la crescita e lo sviluppo per una citta’ che da poco si e’ rimessa in moto, visto che in molti hanno preferito rinunciare all’evento piuttosto che alla propria auto venendo a mancare la sicurezza e garanzia da parte delle forze dell’ordine. Siamo rimasti increduli, come si e’ potuto apprendere dalla stampa, che nella stessa occasione e a pochi metri di distanza, le forze dell’ordine abbiano effettuato un imponente servizio d’ordine ma che non siano intervenuti difronte ad evidente forma d’illegalita’. Erano presenti diverse unita’ cinofile, – continua Girotti – sono state controllate numerose persone, sequestrata merce contraffatta nel frattempo che gli zingari gestivano i parcheggi. Com’e’ possibile che possa essere accaduto tutto cio’? Ci auguriamo – conclude – vivamente che questo sia stato solo un caso isolato e che nel futuro sia garantito il rispetto della legalita’“.