fbpx

Calcio, Messina: presentate le nuove maglie (FOTO). Lo Monaco lancia una frecciata ad Accorinti: “dopo l’incontro a palazzo Zanca non abbiamo più avuto notizie”

/

20130808_113004Stamani presso la sede della Qmotors sono state presentate le nuove maglie ufficiali del Messina per la stagione di Seconda Divisione Lega Pro 2013-2014. La prima divisa è la classica maglia bianca, che sul petto non presenta il logo recentemente “restaurato” dell’Acr Messina, ma bensì lo scudo crociato e richiami giallorossi sui bordi. La maglia rossa con banda gialla sul petto e sulle maniche è la seconda divisa ufficiale, mentre la terza maglia è di colore nero con richiami giallorossi sulle maniche.

Come è consueto a presentare, e presenziare la conferenza, vi era il patron del Messina, Pietro Lo Monaco, che prima esporre le nuove divise ufficiali ha voluto sottolineare qualche aspetto negativo relativamente alla campagna abbonamenti e all’impegno dell’attuale amministrazione comunale.

“Solitamente quando si inizia una campagna abbonamenti – esordisce Lo Monacodopo una promozione c’è entusiasmo e ci si aspetta una certa risposta della tifoseria, soprattutto se parliamo di una piazza che si chiama Messina. Purtroppo, mi vergogno a dire quanti abbonamenti abbiamo venduto fino ad ora. Davvero, non vorrei dirlo e non capisco perché siano così pochi. Fino ad oggi, ne abbiamo sottoscritto uno solo. Si tratta di un dato terribilmente sconfortante”. Lo Monaco, come aveva già fatto in occasione della presentazione per la campagna abbonamenti torna a parlare dell’amministrazione Comunale: “prima delle elezioni ci erano tutti vicini, un venerdì di qualche settimana fa ho avuto un incontro con il sindaco e il lunedì seguente avrebbe dovuto esserci un suo sopralluogo allo stadio per verificare lo stato un cui si trova….da allora sono passate ben quattro settimane e non ho visto nessuno. Per la società questo è un momento di grande riflessione. Abbiamo preso un impegno e andremo avanti per la nostra strada, ma in fronte non mi hanno ancora scritto Giocondo”.

“Non mi meraviglio di questa assenza del Comune – continua il patron del Messina – perché lo considero un atteggiamento classico della politica. Ma i tempi sono davvero stretti, e la convenzione decennale per il collaudo dello Stadio S.Filippo scade a settembre, ed è di competenza esclusiva dell’ente proprietario dell’impianto. Capisco perfettamente la gravosa situazione che il Comune è chiamato ad affrontare, ma mi preoccupa che il Sindaco non sia riuscito a trovare ancora un minuto per dedicarsi alla squadra e lo stadio della città. Dall’anno scorso abbiamo investito per il S.Filippo una cifra pari a 250 mila euro, ed ancora stiamo continuando ad investire risorse per rendere agibile una struttura che fa acqua da tutte le parti. Sappiamo che si tratta di un impianto fatiscente che necessita di numerosi interventi ed essendo di proprietà del Comune ci aspettiamo un certo impegno da parte della politica. L’amministrazione deve definire la questione dello stadio. E in tutto questo, nonostante pensavamo di aver appianato tutti i debiti della società, ancora oggi spuntano creditori che pretendono delle somme risalenti a 4 o 5 anni fa”.

Capitolo calciomercato. “Abbiamo praticamente completato la rosa e nei prossimi giorni presenteremo la squadra ma non sappiamo ancora in che modo organizzare l’evento. Stiamo lavorando per cercare di concludere quelle poche operazioni che sono ancora rimaste in piedi, dopo di che l’organico sarà completo e ci tufferemo in questa nuova avventura”.

Infine, Pietro Lo Monaco annuncia che dalla prossima stagione la società tornerà ad avere la sua storia denominazione.“Il Messina dalla prossima stagione tornerà ad avere la sua vecchia denominazione Associazioni Calcio Riunite. Abbiamo completato l’iter burocratico e il marchio è stato depositato alla Camera di Commercio. Inoltre, proveremo ad avere anche la vecchia matricola, è una cosa bella che stuzzica i ricordi e la mente”.