Calabria, Salvatore Pacenza (Pdl) invita alla manifestazione “Il Pdl in 100 piazze”

images“Sarà una buona occasione non solo per conoscere l’operato della giunta regionale, ma anche per ottenere chiarimenti attraverso un confronto diretto col governatore Scopelliti sulle tematiche di stretta attualità del territorio crotonese”.
È l’invito rivolto dal presidente della III Commissione Sanità Salvatore Pacenza in vista dell’incontro che il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti terrà il prossimo 2 settembre a Crotone nell’ambito della kermesse politica itinerante “Il Pdl in 100 piazze”.
“Siamo quasi al termine di questa legislatura – commenta il consigliere del Pdl – e per un’Amministrazione pubblica è doveroso tirare una prima linea di confine in modo da compiere un parziale bilancio. Certamente la congiuntura nazionale e internazionale non sta consentendo alle Regioni, così come agli Enti locali, di poter compiere la miglior politica amministrativa per i rispettivi territori. Se tutto ciò viene rapportato alla Calabria, afflitta da tristi primati e indici economico-produttivi tra i più bassi del Paese, ci si rende conto come assumerne la responsabilità di governo sia stata una scelta davvero coraggiosa. E a mio avviso la prima grande capacità dell’Amministrazione guidata dall’amico Scopelliti è stata proprio quella di non aggirare i problemi atavici di questa regione, ma di prenderli di petto. A partire da quel debito sanitario che praticamente ingessa il bilancio regionale da sempre, non consentendo lo sblocco del turn over e, di più, costringendo l’Ente a tenere elevata la tassazione di competenza verso i cittadini. Per fortuna, come più volte sottolineato dal tavolo Massicci, i conti del settore stanno tornando a normalità e, presto, sarà possibile programmare un sistema sanitario regionale degno e meritevole per tutti i calabresi. Se raggiunto questo obiettivo, da solo, basterebbe a mettere a tacere tutte le critiche strumentali che oggi vengono rivolte all’Amministrazione regionale dalle forze politiche antagonistiche al centrodestra calabrese. Riguardo Crotone c’è da sottolineare che l’impegno della Regione non è stato certo marginale: dal finanziamento della bonifica dei siti inquinati dal Cic, al recupero dell’Antica Kroton, alla partecipazione azionaria sull’aeroporto, al rilancio del porto anche attraverso l’avvio degli scali crocieristici, al recupero delle somme dedicate ai centri storici, ai Programmi integrati di sviluppo locale, ai programmi comunitari che stanno fornendo sostegno a numerose aziende crotonesi. La lista a mio avviso è ancor più lunga e invito per tanto tutti i crotonesi a partecipare al confronto col governatore in programma lunedì prossimo”.