Calabria, per una settimana antica tradizione tessitura rivive a Longobucco (Cs)

images Al via la ‘Settimana della tessitura’ a Longobucco, in provincia di Cosenza. Il caratteristico borgo calabrese punta anche quest’anno sull’identita’ e sulla tradizione per dar vita a un evento estivo dal ricchissimo programma, che spazia dalla cultura al divertimento, dall’enogastronomia alla musica. Longobucco era, infatti, un centro rinomato per la sua produzione di tessuti, in un’epoca in cui anche la lavorazione degli oggetti della vita quotidiana avveniva in ambito locale e, spesso, addirittura familiare. Da qualche anno a questa parte, il mese di agosto vede cosi’ la cittadina diventare teatro della ‘Settimana della tessitura’, giunta alla sua nona edizione e sposata quest’anno dal festival ‘Transumanze’. Punto di forza dell’evento la rivalutazione dell’antica arte tipica del luogo, che si trasforma in momento da non perdere per chi volesse trascorrere qualche giorno ricercando molto di piu’ che le solite serate di piazza. Fino al 14 agosto si potranno cosi’ trascorrere le giornate tra mostre fotografiche, convegni, visite guidate nel centro e agli altri luoghi di interesse. Nel corso delle serate, corso Mazzini sara’ il luogo prescelto per la fiera dell’enogastronomia e dell’artigianato, mentre piazza Matteotti ospitera’ concerti e spettacoli teatrali. A conclusione della settimana e’ in programma, il 13 e 14 agosto, il ‘Palio dell’Assunta – Giostra del castrato’, un antico gioco a cavallo, in cui per l’occasione la piazza del paese diventera’ un percorso dove dieci cavalieri si sfideranno destreggiando la spada, in sella al proprio cavallo per tagliare la teste al trofeo rappresentato da un fantoccio.