fbpx

Bimbo travolto e ucciso da un suv sulla SS106, Forza Nuova: “gli immigrati sono un problema”

Forza_Nuova“Ennesimo assurdo episodio, perfettamente evitabile”, e’ il commento del segretario cittadino di Forza Nuova – Catanzaro e resp. zonale FN Sellia Marina, Enrico Tomaselli, all’ennesimo incidente stradale accaduto sulla strada statale 106, all’altezza del bivio della frazione Calabricata di Sellia Marina, causato da un SUV impazzito, condotto ad altissima velocita’ da un uomo di nazionalita’ rumena, a cui era gia’ stata ritirata mesi fa la patente per guida in stato di intossicazione alcoolica, il quale e’ andato a schiantarsi davanti un negozio di ortofrutta, uccidendo sul colpo un bambino di undici anni, e causando il ferimento grave di un altro automobilista. “La vita di un bimbo innocente ha un prezzo inestimabile”, ha commentato il segretario, “condurre un mezzo su questa strada, ed in questo tratto in particolare, a quella folle velocita’ e’ impensabile”. Quali sono i moventi che hanno spinto questo individuo ad una simile scellerata condotta? Di certo, i soccorritori che per primi sono intervenuti sul posto, hanno descritto lo sguardo perso nel vuoto di questa persona, che non rispondeva ne’ a stimoli verbali ne’ fisici. Stato di shock od altre cause? Forse saranno gli esami tossicologici, predisposti dall’Autorita’ Giudiziaria a dare un responso. Ma per il momento si possono tracciare solo ipotesi, e comunque vari campanelli d’allarme in tali condizioni non vanno assolutamente sottovalutati. “Non gia’ che episodi di tal genere siano ad esclusivo appannaggio di immigrati”, specifica il segretario di Forza Nuova,”ma sono note le rilevanti condizioni di disagio psicofisico in cui molti di essi soggiacciono, a causa di gravi probemi economici, sfruttamenti e vessazioni oltre ogni limite, sintomi anch’essi di un’integrazione irrealizzata ed irrealizzabile, il che lascia largo spazio all’uso di alcool, sostanze d’abuso, e comportamenti irrazionali. Pertanto noi di Forza Nuova riteniamo che questo ennesimo episodio debba costituire momento di attento esame e riflessione delle gravi problematiche poste dal fenomeno immigrazione, tantopiu’ estrinsecantesi in un contesto di grave crisi sociale ed economica per il nostro Paese, quale e’ quello attuale. Nella fattispecie, noi abbiamo sempre proposto, tra l’altro, l’immediata espulsione di tutte quelle persone non possidenti nazionalita’ italiana, che si sarebbero rese colpevoli di qualsivoglia reato sul suolo italiano. Ed in quest’ottica, questa persona non si sarebbe di certo trovata, recidiva, a guidare su quella strada”.